Banca Generali al fianco delle startup con Build It Up

20 Maggio 2019, di Massimiliano Volpe

Anche il mondo del private banking e delle reti di consulenza finanziaria è sempre più vicino al mondo delle start up.
Per valorizzare il talento dei giovani imprenditori lo scorso sabato Banca Generali ha ospitato nella sede di CityLife a Milano la manifestazione Investor Table 2019 di Build It Up. Difronte ad un pubblico di un centinaio di imprenditori e professionisti senior, invitati dalla banca, cinque delle più interessanti startup italiane, hanno presentato i propri progetti di sviluppo.

Investire nell’economia reale. “Siamo felici di affiancarci a Build It Up per offrire a 5 giovani e innovative startup l’occasione unica di proporsi ad una platea di investitori qualificati – ha dichiarato Maria Ameli, responsabile dei servizi non finanziari di Banca Generali, che aggiunge – in Banca Generali abbiamo sviluppato un polo interno per indirizzare il risparmio privato nell’economia reale, con uno sguardo molto attento sulle realtà giovani più innovative grazie anche alla collaborazione con advisor industriali in settori specifici come quello tecnologico e sanitario.
Guardando alle passate edizioni dell’Investor Table devo dire che sia le start up sia i singoli studenti hanno tratto giovamento dall’iniziativa. Molte hanno potuto raccogliere finanziamenti altrimenti difficilmente accessibili mentre in alcuni casi gli studenti che hanno presentato il loro progetto sono stati assunti da un’azienda presente alla giornata di incontro”.

Un’associazione per studenti intraprendenti. “L’associazione Build It Up è nata nel 2012 e si propone di diffondere lo spirito imprenditoriale tra gli studenti delle università italiane – ha chiarito Silvio Marenco fondatore dell’associazione che poi prosegue – la nostra associazione no-profit è aperta agli studenti di tutte le facoltà con l’obiettivo di sostenere e favorire i progetti di impresa più interessanti. Ogni anno riceviamo circa un centinaio di application sul nostro sito che poi selezioniamo fino ad ottenere circa 40 progetti ai quali iniziamo ad offrire il nostro supporto. Tra questi selezioniamo i 5 progetti che riteniamo più interessanti e che parteciperanno all’incontro annuale con manager senior dell’Investor Table. Per tutti si tratta di un’interessante opportunità di confronto nella quale gli studenti hanno modo di confrontarsi con il mondo dei manager e della finanza. Per gli imprenditori e manager invece può rappresentare un’opportunità per venire in contatto con progetti innovativi che magari ben si inseriscono nell’attività delle aziende”.

Clienti private interessati alle storie di impresa. “Abbiamo deciso di sostenere questa iniziativa perchè Banca Generali è sempre più vicina all’economia reale – precisa Andrea Ragaini, vice direttore generale di Banca Generali. Da parte dei nostri clienti stiamo registrando un crescente interesse verso queste storie di impresa. Se fino a qualche anno fa i clienti erano interessati ai soli aspetti legati alla performance dell’investimento, seguendo l’andamento dei mercati finanziari, ora invece vogliono sentirsi parte di una storia di crescita che si evolve nel tempo.
Direi che vogliono vivere un’esperienza, calandosi nella storia di impresa in cui investono. Come advisor finanziari proponiamo investimenti nelle società non quotate attraverso la formula del club deal. Questa attività integra il concetto di sostenibilità perché siamo vicini all’economia reale e favoriamo allo stesso tempo lo sviluppo del Paese sostenendo il tessuto imprenditoriale.”

Le 5 start up protagoniste della giornata Investor Table 2019 sono state:

Daily Internship: una piattaforma dedicata al mondo dell’HR che ha l’obiettivo di ridurre i costi e i tempi durante la ricerca da parte delle aziende nella selezione di nuovi talenti.

Preskige: una start up che permette agli appassionati di montagna di prenotare lezioni individuali di sci online. Preskige è attualmente attiva in molti comprensori del Nord-Italia.

TripGim: una startup che ha come obiettivo quello di far incontrare gli utilizzatori finali con centri benessere e si rivolge a grandi compagnie italiane, lavoratori e studenti.

Realisti.co: il primo servizio rivolto esclusivamente agli operatori del settore immobiliare che permette la creazione, in totale autonomia, di visite virtuali per qualsiasi tipologia di immobile.

WeStudents: la startup realizzata da studenti nata per essere veloce, pratica, intuitiva e per permettere una connessione agevole tra studenti e scuola. Il progetto ha inoltre l’ambizione non meno importante di diventare l’unico hub in Italia ad offrire contenuti utili calibrati sulle necessità dirette del nostro target.