Azimut: la holding Timone Fiduciaria prepara rafforzamento della partecipazione

25 Marzo 2020, di Massimiliano Volpe

Timone Fiduciaria, la holding che riunisce gli azionisti aderenti al patto di sindacato Azimut Holding, ha confermato oggi la propria intenzione di procedere con il rafforzamento della sua partecipazione nella società fondata da Pietro Giuliani, come annunciato lo scorso 19 febbraio, e rende a tal fine noto di aver concordato le principali caratteristiche e condizioni del finanziamento bancario necessario per completare la raccolta delle risorse per porre in essere l’operazione stessa.

Sulla base di quanto ad oggi definito, l’operazione sarà supportata da un finanziamento bancario fino ad un massimo di 30 milioni di euro. Le restanti risorse saranno messe a disposizione dagli azionisti aderenti al Patto, e da nuovi colleghi del gruppo Azimut non ancora aderenti al Patto, che manifesteranno il loro interesse.

Pertanto la dimensione dell’operazione dipenderà dal numero complessivo di adesioni e dai mezzi propri messi a disposizione dagli azionisti aderenti. Le azioni acquistate nell’ambito dell’operazione saranno tutte apportate al Patto di sindacato.
Nei prossimi giorni prenderanno avvio le operazioni volte a raccogliere le adesioni all’operazione, che si perfezionerà nei limiti delle adesioni raccolte, ferma in ogni caso restando la facoltà di Timone Fiduciaria di soprassedere alla realizzazione dell’operazione.
Il relativo esito verrà prontamente comunicato al mercato.