AXA: UTILE ’99 CRESCE DEL 32%

16 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Axa, colosso mondiale dell’assicurazione, ha chiuso il 1999 con un utile netto di 3.880 miliardi di lire, in aumento del 32% rispetto all’anno prima.

Lo ha annunciato oggi Claude Bebear, per l’ultima volta nella sua veste di presidente del gruppo, funzione che abbandonerà il 3 maggio per assumere quella di presidente del consiglio di sorveglianza.

Il futuro presidente, Henri de Castries, ha annunciato il progetto di rafforzare le attivita’
di Axa in Internet, con il lancio entro la fine dell’anno di un portale che offrirà una vasta gamma di servizi finanziari in Francia, Gran Bretagna, Belgio e Germania.

Sia Bebear che de Castries hanno illustrato la strategia di Axa di accompagnare i clienti con servizi di protezione finanziaria, cioé allargando sempre più le attività da quella classica di assicurazione danni e vita a quelle della gestione del risparmio.

Il potenziamento delle nuove tecnologie dovrebbe permettere ad Axa di rafforzarsi sul mercato italiano, dove la sua presenza è meno forte che in altri paesi europei.

Il forte aumento dell’utile 1999 integra anche i risultati di Guardian Royal Exchange. Senza questa voce eccezionale, l’utile è salito del 21,18 % a circa 3.600 miliardi di lire, in linea con le aspettative degli analisti.

La raccolta premi è aumentata del 17% mentre
gli attivi complessivi gestiti dal colosso francese sono saliti del 39,7%.