AUTO USA: DRAMMATICO CALO DELLE VENDITE

16 Ottobre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Negli Stati Uniti le vendite di nuove auto e camion sembrano essere scese drasticamente durante il mese di ottobre, guidate dal declino di General Motors e Ford Motor.

Un rapporto sull’industria automobilistica svolto da Power Information Network ha citato una mancanza di incentivi delle maggiori case automobilistiche, prezzi della benzina troppo alti, bassi livelli di scorte e un rallentamento degli acquisti da parte dei consumatori in seguito alle eccezionali vendite registrate durante il periodo estivo.

Le vendite di nuovi veicoli hanno registrato un calo del 33% solo nei primi nove giorni di ottobre. GM ha registrato i ribassi maggiori (-57%), seguita da Ford (-45%). La Chrysler, sussidiaria del colosso tedesco Daimler Chrysler, ha registrato ribassi del 32% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. L’americana Honda Motor, ha registrato invece il calo meno pronunciato, solo l’8% in meno, seguita da Toyota Motor con un calo del 14%.

Tra i colossi giapponesi, Nissan Motor ha registrato le performance peggiori con un calo delle vendite del 21%.

Molto puo’ ancora accadere da qui alla fine dell’anno, afferma Jeff Schuster, direttore esecutivo sulle stime globali della J.D. Power and Associates. Volendo fare un bilancio si puo’ dire che ad oggi, il mese ha registrato una performance che non si vedeva dai primi anni ’90.

Anche il segmento delle auto sportive ha subito cali non indifferenti con un –24% registrato per GM e un –20% per Ford durante il mese di settembre. Entrambe le aziende restano estremamente fiduciose per quanto riguarda le vendite di camion SUV, piu’ pesanti ma con consumi ridotti.