AUTO: NUOVI AIUTI DA WASHINGTON PER GENERAL MOTORS E CHRYSLER

21 Aprile 2009, di Redazione Wall Street Italia

Il governo Usa potrebbe concedere alla casa automobilistica in crisi General Motors sino ad altri 5 miliardi di dollari per aiutarla a restare in attività fino a 1 giugno, mentre Chrysler potrebbe ottenere sino a 500 milioni di dollari per arrivare al 30 aprile, scadenza oltre la quale, se non riuscirà a trovare un accordo con Fiat, dovrà presentare istanza di fallimento. In base al rapporto trimestrale dell’ispettore generale del governo sul salvataggio nei settori auto e bancario il denaro potrebbe venir messo a disposizione come working capital.


Secondo una fonte informata l’ammontare esatto dei nuovi finanziamenti non è stato ancora deciso ed è oggetto di discussione con le due società. Gm ha gia’ ricevuto 13,4 miliardi di aiuti governativi, mentre Chrysler ha ottenuto 4 miliardi di prestiti.


La task force dell’auto scelta dal governo ha rifiutato i piani di ristrutturazione preparati dalle due società il 30 marzo scorso e ha dato tempo a Chrysler fino al 30 aprile per fare ulteriori tagli e trovare un partner, evitando la soluzione della liquidazione. GM invece ha tempo fino al primo giugno per completare la ristrutturazione, altrimenti dovra’ fare ricorso all’amministrazione controllata.