AUTO: FORD PRONTA ALLA SPALLATA DECISIVA

1 Giugno 2009, di Redazione Wall Street Italia

La casa automobilistica sta cercando di approfittare del momento di crisi del settore per guadagnare quote di mercato a discapito delle due principali rivali statunitensi, entrambe impegnate in una fase di ristrutturazione.

Ford, l’unica delle tre sorelle di Detroit che non ha avuto bisogno di ricorrere ad aiuti federali, conta infatti di aumentare la produzione di auto e camion nel terzo trimestre di circa il 10% rispetto ai livelli di un anno fa, stando a quanto riferito da un funzionario dell’azienda. Si tratta del primo passo deciso in questa direzione da quasi due anni a questa parte.

Per contro General Motors, che ha appena presentato istanza fallimentare, e Chrysler, che si appresta ad uscire dalla fase di amministrazione controllata, stanno annunciando la chiusura di diversi stabilimenti per quasi tutta la durata del terzo trimestre. La differenza nei piani di produzione fornisce a Ford un’opportunita’ unica per dare una spinta fondamentale alle vendite in vista della stagione estiva, mentre le due concorrenti sono impegnate a risolvere i propri problemi.

“E’ un’opportunita’ che capita una volta nella vita e che potrebbe consentirci di separarci dalla concorrenza interna”, ha dichiarato una persona informata sui piani di Ford. “Nessuno pero’ ci regalera’ niente. Dovremo essere in grado di offrire i prodotti che la gente vuole comprare. Detto questo, bisogna approfittare di questa opportunita’ storica per guadagnare una fetta importante del mercato”.

In sei degli ultimi sette mesi, la quota di Ford nel mercato retail e’ costantemente cresciuta e la casa automobilistica prevede di fare un altro importante passo in avanti in maggio. Martedi’ verranno annunciate le cifre ufficiali per quanto riguarda la vendita di autovetture nel mese scorso. Al 30 aprile la quota di mercato Usa di Ford era pari al 13%, secondo i dati diffusi dalla stessa societa’.

Nel terzo trimestre, Ford ha intenzione di produrre 150 mila auto e 310 mila camion, per un totale di 460 mila veicoli. Un anno fa l’azienda ha costruito 184 mila auto e 234 mila camion, per un numero complessivo di veicoli pari a 418 mila. L’incremento e’ dovuto in gran parte al successo dei pickup F-150, che si sono dimostrati molto redditizi.

(Fonte: Wall Street Journal)