AUTO: BOOM DI DIMENSIONI ENORMI IN CINA

10 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

Nel caso qualcuno nutra ancora dei dubbi sul perche’ la Cina sta cercando in tutti i modi di evitare di firmare qualsiasi trattato che imponga delle limitazioni alle sue emissioni di gas inquinanti, gli bastera’ dare uno sguardo a queste cifre per rendersi conto delle ragioni.

Come segnalato dalla societa’ di investimento Waverly Advisors, in febbraio il fatturato complessivo realizzato dal settore automobilistico cinese su base locale e’ salito del 46.40% anno su anno, attestandosi a 1.21 milioni di unita’ vendute in totale.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!

Il segmento dei mezzi di trasporto per i passeggeri e’ in rialzo del 55% rispetto ai livelli raggiunti a febbraio dell’anno prima. Stando alle stime, i livelli di produzione dovrebbero superare di poco quelli delle vendite.

Analizzando il contesto, le cifre risultano ancora piu’ allarmanti. Se si considera infatti che i festeggiamenti del capodanno cinese, anche noto come Festa di Primavera, del mese scorso assorbono mediamente circa il 30-40% della produzione complessiva, che i giorni di vendita sono ridotti per dare spazio ai festeggiamenti – che si sono protratti per due settimane – e si tiene conto di tutte le visite che annualmente milioni di lavoratori emigrati fanno alle loro famiglie durante il periodo di festa, questi livelli di ricavi e produzione sono da considerare semplicemente enormi.