Attentato in Iran, ucciso scienziato. Lavorava in sito nucleare

11 Gennaio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Teheran – Uno scienziato è morto e altre due persone sono rimaste ferite oggi nell’esplosione di una bomba magnetica piazzata sotto un’autovettura, nei pressi dell’Università di Teheran. E’ quanto hanno riportato le agenzie di stampa iraniane. Lo scienziato era un alto responsabile di un sito nucleare iraniano.

Resta da scoprire chi c’e’ dietro l’attacco. Non stupirebbe venire a sapere che ci sia la mano dei servizi segreti del Mossad, secondo Teheran. L’Iran ha infatti subito accusato Israele di aver condotto l’attentato.

L’ingegnere (Mostafa) Ahmadi Roshan, che aveva ottenuto nove anni fa una laurea in chimica all’Università Sharif, era il vicedirettore per gli affari commerciali del sito di Natanz”, ha precisato l’agenzia di stampa Mehr. Natanz è il principale sito di arricchimento dell’uranio dell’Iran, dove ci sono oltre 8.000 centrifughe.

Roshan era a bordo della sua vettura con due persone. “Questa mattina un motociclista ha piazzato una bomba sotto una Peugeot 405, che è esplosa”, ha detto il vicegovernatore della provincia di Teheran, Safar Ali Bratloo, citato dall’agenzia Ilna.