Attacchi M5S a Napolitano: per 39% italiani sono legittimi

31 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Un`ampia fascia degli italiani, quantificabile nel 39 percento degli elettori totali, ritiene che gli attacchi del Movimento 5 Stelle a Giorgio Napolitano siano ingiustificabili nei toni ma legittimi nella sostanza, mentre a giudicarli ingiustificabili sia nella forma che nel contenuto è il 38 percento. Oltre la metà degli elettori pentastellati (52%), inoltre, si trova pienamente d`accordo con la linea adottata dal Movimento nei confronti del Capo dello Stato. È quanto emerge da un sondaggio realizzato dall`Istituto Ixè in esclusiva per Agorà (Rai3).

Cresce allo stesso tempo la fiducia degli italiani nel governo e nel premier Enrico Letta. L’esecutivo, infatti, guadagna un punto e si attesta al 24%, mentre l`indice di gradimento per il presidente del Consiglio sale di tre punti, passando dal 35% al 38%. È quanto emerge da un sondaggio realizzato dall`Istituto Ixè in esclusiva per Agorà (Rai3).

Stabili le prime due posizioni della classifica dei leader più apprezzati, guidata da Matteo Renzi, al 58%, seguito da Giorgio Napolitano, al 43%. Guadagnano consensi Beppe Grillo (+2), Silvio Berlusconi (+1) e Angelino Alfano (1), rispettivamente al 32, 24 e 23 percento.