Asta: tensioni politiche, tassi a 12 mesi al record da 2012

11 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il Tesoro italiano ha collocato Bot con scadenza a 12 mesi per un valore di 8,5 miliardi di euro, a un tasso medio dell’1,34%, in crescita rispetto all’1,053% precedente, e a fronte di un bid to cover a 1,36, in flessione rispetto all’1,49 del precedente collocamento.

Il tasso si è attestato al massimo dal dicembre del 2012. Emessi anche i Bot a tre mesi, con scadenza nel dicembre del 2013, a un tasso medio dello 0,509%, a fronte di un bid to cover a 2,29.

Il mercato primario sconta così la confusione e l’instabilità politica italiana; il paese è di fatto bloccato, ostaggio di Silvio Berlusconi, e intanto slitta anche a giovedì il voto della Giunta sulla sua decadenza.

L’ex premier starebbe valutando diverse opzioni, forse anche l’addio alla politica, ma i falchi del Pdl spingono per tornare alle urne: una decisione che non risolverebbe in Italia, visto che l’assenza una riforma sulla legge elettorale porterebbe il paese punto a capo, alle prese con le difficoltà a formare un governo.

Le conseguenze delle tensioni politiche si manifestano soprattutto sul mercato dei titoli di stato; per la prima volta in un anno e mezzo lo spread Italia-Spagna è stato azzerato e il tasso sui BTP ha superato il rendimento spagnolo per la prima volta dal marzo del 2012.

Mezzora dopo circa la comunicazione dei dati sull’asta italiana, lo spread Italia- Germania sale +0,57% a 254,85 punti, a fronte di tassi sui BTP decennali piatti al 4,52%.