Asta: tassi a sei mesi minimi da maggio. Domanda in calo, Bot rendono troppo poco

27 Novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il Tesoro italiano ha emesso Bot a sei mesi per un valore di 7 miliardi di euro, allo 0,539%, in flessione rispetto ai risultati dell’ultima emissione del 29 ottobre. Bid to cover a 1,77, in ribasso contro il precedente 1,82.

L’emissione arriva dopo il collocamento che ha avuto per oggetto, nella giornata di ieri, Ctz con scadenza nel 2015, con rendimenti che sono scesi ai minimi da maggio.

COMMENTO DI FILIPPO A. DIODOVICH, MARKET STRATEGIST IG ITALIA

Ennesima asta positiva in Italia che conferma il buon momento del mercato obbligazionario del Bel Paese. L’agenzia del Tesoro è riuscita ad assegnare sette miliardi di euro in BOT con scadenza a 6 mesi (ISIN IT0004969454) con un rendimento in flessione allo 0,539% dallo 0,629% dell’asta precedente (fine ottobre). Abbastanza bene anche il rapporto di copertura (bid to cover ratio) attestatosi all’1,77, solamente in leggera flessione rispetto all’1,82 della previous auction. La domanda in calo è comprensibile visto il forte calo dei rendimenti che ha reso meno appetibile l’emissione.

Mercati tranquilli che sembrano risentire solamente lievemente delle novità politiche sia in Italia che in Germania. Nel Bel Paese è stata approvata al Senato in prima lettura la legge di stabilità con la nuova maggioranza (171 voti a favore con i senatori del Ncd che hanno votato a sostegno della legge e con quelli di Forza Italia che hanno scelto di votare negativamente). In Germania finalmente il CDU/CSU di Angela Merkel e l’SPD sono riusciti a trovare un accordo per la formazione del nuovo Governo. Consideriamo quest’ultima una buona notizia positiva per l’Europa periferica con un probabile ammorbidimento delle politiche tedesche in materia di salvataggio dei paesi in difficoltà.

Attesa per l’asta di domani di titoli a medio/lungo termine che arriverà dopo il voto sulla decadenza di Silvio Berlusconi previsto nella serata di oggi.