Asse Trump-Murdoch per cedere Cnn al magnate australiano

13 Novembre 2017, di Mariangela Tessa

Rubert Murdoch guarda con interesse alla Cnn. Secondo rumors riportate dalla stampa americana, il magnate dei media a capo del gruppo 21st Century Fox, nonché amico di Donald Trump, negli ultimi sei mesi avrebbe chiamato almeno due volte il numero uno di At&t Randall Stephenson per sondare il terreno. E il sospetto, secondo alcuni, è che dietro questo interessamento ci sarebbe lo stesso presidente americano.

Ricordiamo a questo proposito che, giovedí scorso, l’amministrazione Trump aveva posto come condizione indispensabile alle nozze tra AT&T e Time Warner, proprio  la cessione della Cnn, emittente televisiva che fa parte di Time Warner e che spesso è stata preso di mira da Trump, convinto che dissemini “fake news”.

E sempre più commentatori parlano di un ‘fattore Murdoch’ in tutta questa vicenda. Lui che ha sempre osteggiato le nozze tra At&t e Time Warner e che – raccontano i ben informati – più volte alla settimana sente al telefono il presidente americano Donald Trump per dargli consigli.

I vertici di At&t hanno finora smentito di voler prendere in considerazione la cessione della Cnn, sottolineando che il network “non è in vendita”. Ma non hanno nascosto che, nelle ultime settimane, sono state diverse le proposte di acquisto. Per gli analisti di Wall Street la cessione sulla possibilità che l’antitrust possa accettare la presenza di Fox News e Cnn all’interno dello stesso gruppo.

Intanto, sospettando che Trump voglia forzare la cessione della Cnn per farla passare nelle mani del suo alleato Murdoch, otto senatori democratici hanno scritto una lettera a Makan Delrahim, capo dell’ufficio antitrust, sollecitandolo ad opporsi a qualunque interferenza della Casa Bianca nelle decisioni dell’organismo di vigilanza.