ART’E’ SOSPESA E POI RIAMMESSA

1 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Sospesa per eccesso di ribasso e, ora, riammesso a parametri allargati: nel suo secondo giorno di contrattazioni Art’è impara subito le regole del mercato.

Con un prezzo di collocamento di 45 euro (un euro vale 1936,27 lire) ieri il titolo aveva chiuso a 67,19: logico che questa mattina si scatenasse la corsa al realizzo; il valore della società bolognese che tratta arte è infatti precipitato fino a essere bloccato.

Riammesso dopo l’ampliamento dei parametri di negoziazione, ora perde il 10,55% a 60,1 euro.