APPLE SORPRENDE ANCORA UNA VOLTA: UTILI +90%

20 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

Altro risultato sorprendente per Apple, che grazie in particolare alle vendite
sostenute di iPhone e computer Mac ha chiuso i primi tre mesi dell’anno con un profitto preliminare di $3.07 miliardi, pari a $3.33 per azione, contro il $2.45 delle stime e in rialzo del 90% rispetto agli $1.79 del corrispondente periodo del 2009.

Come previdibile la notizia e’ stata accolta con entusiasmo dal mercato e i titoli avanzano del 7% nell’after-hours, issandosi sui massimi di sempre. Nel secondo trimestre fiscale il fatturato del colosso informatico si e’ invece attestato a $13.5 miliardi, anche in questo caso facendo meglio delle stime degli analisti, che erano in media per una cifra di $12.04 miliardi.

Dal canto suo Yahoo! ha archiviato il primo trimestre con un utile per azione pari a 22 centesimi di dollaro, praticamente triplicati rispetto agli 8 centesimi di un anno prima e sopra le stime degli analisti che erano per un risultato di 9 centesimi.

La societa’ Internet ha riportato un fatturato in crescita del 2.3% rispetto all’analogo periodo 2009. Il risultato e’ stato pari a $1.16 miliardi di dollari, lievemente sotto le attese, che erano per una somma di $1.17 miliardi.

Anche se la strada e’ ancora lunga, l’alleanza tra Yahoo! e Microsoft nella ricerca online, studiata per dare battaglia a Google – per ora inarrivabile – ha iniziato a dare i primi frutti, con l’azienda Internet che ha guadagnato terreno nel mercato della ricerca su Web Usa in marzo, dopo sei mesi di cali.

La quota di Yahoo e’ aumentata al 16.9% dal 16.8%, mentre Bing e’ cresciuto all’11.7% dall’11.5% precedente, mentre Google ha subito una contrazione al 65.1% dal 65.5%.