Apple pronta a lanciare bond in franchi svizzeri

9 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Apple ci riprova. Dopo aver emesso in novembre obbligazioni in euro, prima volta in cui il gruppo californiano ha emesso bond non in dollari, adesso sarebbe il turno del franco svizzero. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, infatti, il collocamento potrebbe arrivare a breve e sarà gestito da Goldman Sachs e Credit Suisse.

La settimana scorsa Apple ha lanciato un maxi bond da 6,5 miliardi di dollari con scadenze variabili da cinque a 30 anni e rendimenti compresi tra 1,75 e 3,5%. Il titolo Apple, che venerdì ha chiuso invariato la seduta a Wall Street, guadagna lo 0,13% a 119 dollari.

Secondo le fonti sentite dal quotidiano non è ancora dato sapere l’ammontare complessivo dell’offerta né le scadenze delle obbligazioni che saranno vendute (è possibile che siano considerate scadenze a 10-15 anni).

E’ tuttavia possibile che i bond a più breve scadenza abbiano uno yield negativo, cosa mai successa per corporate bond venduti in Europa. (mt)