APERTURA PRUDENTE
PER LE BORSE AMERICANE

19 Giugno 2003, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di contrattazioni all’insegna della cautela per l’azionario a stelle e strisce.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

Sul fronte macroeconomico, sono risultate leggermente migliori delle previsioni le nuove richieste di sussidi alla disoccupazione, mentre ha raggiunto un nuovo record il deficit delle partite correnti (anche se gli esperti si aspettavano di peggio). Attesi ancora il Superindice di maggio (ore 16:00 italiane) e l’indice Philadelphia Fed di giugno (ore 18:00 italiane). Quest’ultimo, in particolare, potrebbe influenzare gli scambi odierni. Dopo le buone notizie provenienti dallo Stato di New York (Empire State Index), l’eventuale conferma di un miglioramento della congiuntura sarebbe molto positiva per i mercati.

Cresce intanto l’attesa per la decisione della Fed sui tassi d’interesse, attesa che determina forti oscillazioni sul mercato del reddito fisso. Al momento gli esperti sono divisi tra un taglio di 25 punti base e uno di 50. Ricordiamo che il meeting del FOMC e’ fissato per il 24-25 giugno.

Per quanto riguarda i profitti delle aziende, hanno battuto le stime i risultati della banca d’affari Lehman Brothers (LEH – Nyse). Le previsioni erano per un EPS di $1,17, ma LEH e’ riuscita a portare a casa addirittura $1,67 per azione, con un fatturato in aumento del 37,8% ($2,3 miliardi contro gli $1,7 attesi). Migliori del previsto, anche i numeri del produttore di chip Micron Technology (MU – Nyse), comunicati ieri dopo la chiusura delle contrattazioni.

Occhio infine ai movimenti indotti dalla scadenza di future e opzioni su indici e azioni, in calendario domani. Immprovvise accelerazioni della volatilita’ (VIX) potrebbero essere impostate per esigenze di copertura scollegate da motivazioni fondamentali.

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la sessione odierna clicca su TITOLI CALDI, RUMORS, TARGET NEWS, RATINGS e MARKET WATCH,
in INSIDER
.