AOL BATTE LE STIME MA ANNUNCIA INDAGINE SEC

25 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

In calo di circa il 10% nelle contrattazioni di preborsa il titolo del colosso media e Internet AOL Time Warner (AOL – Nyse) dopo che il gruppo ha annunciato che la Sec, la Securities and Exchange Commission sta investigando sulle su pratiche contabili.

Il gruppo ha inoltre annunciato CHE gli utili per il secondo trimestre, $394 milioni, hanno superato le previsioni degli analisti di Wall Street. Il fatturato e’ cresciuto a $10,6 miliardi. Tale risultato appare tuttavia oscurato alla luce dell’inchiesta Sec.

Durante una conference call con gli analisti, l’amministratore delegato Richard Parsons ha detto che la SEC sta conducendo un’indagine di riverca di materiale per verificare in che modo il gruppo -ha registrato alcune transazioni pubblicitarie.

Parsons ha detto che AOL che la societa’ sta cooperando cooperando completamente con l’investigazione del governo che e’ stata innescata dal quotidiano Washington Post
che aveva pubblicato una serie di articoli accusando le pratiche contabili del gruppo. AOL si era subito difesa dichiarandosi estranea alle accuse.

Gli analisti adesso sono molto cauti sulle prospettive del gruppo.

“La societa’ e’ cosi’ grande che sembra ci possa essere davvero qualcosa di sbagliato in qualche angolo – ha dichiarato Jordan Rohan, analista di SoundView dopo la rivelazione degli utili e dell’indagine Sec.

Rohan mantiene un rating “neutral” sul titolo.

Durante la conference call il direttore finanziario Wayne Pace ha aggiunto che la societa’ e’ decisamente fiduciosa riguardo ai suoi metodi contabili.

Tornando agli utili, il gruppo ha avuto un EBITDA in linea con le previsioni, ovvero
$2,46 miliardi contro le previsioni di $2,41 miliardi.

La divisione American Online ha messo a segno una forte performance.

Il gruppo ha annunciato un profitto di 24 centesimi per azione , increscita dai 32 centesimi per azione di un anno fa e rivelatosi superiore alle previsioni Thomson Financial/First Call consensus estimate.

L’utile netto netto e’ stato di
$394 milioni o 9 centesimi per azione.