ALL’ ITF IL PIATTO FORTE SONO
LE PIATTAFORME

20 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
Sembrava che non fosse possibile andare oltre, che ogni possibilità fosse già stata esplorata, ogni funzionalità integrata, ogni mercato offerto. Invece all’Italian Trading Forum 2007 di Rimini le piattaforme sono tornate prepotentemente all’attenzione di broker e di trader. Che si tratti di pressione della concorrenza, di necessità tecnica o anche solo di soddisfare precise esigenze richieste dalla clientela, è un fatto che tra innovazioni e applicativi web e client completamente nuove, quest’anno è il software a tenere banco.

Apre le danze Directa con il Twbook. Sviluppato in collaborazione con il trader Davide Biocchi, si tratta di un applicativo integrato con le varie soluzioni operative già proposte dalla sim. Nel dettaglio, consente di ampliare le possibilità offerte dal book, già estremamente sofisticato, e di focalizzarlo ulteriormente sullo scalping. Twbook sfrutta il flusso di dati di Borsa fornito da Traderlink attraverso l’applicativo Visual trader (che è quindi indispensabile, ma è possibile utilizzare anche la versione light gratuita) e permette di evidenziare con facilità livelli a cui si concentrano le maggiori proposte in denaro o in lettera.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Un «dettaglio» che non è sempre possibile cogliere sul book normale e che invece svela le reali posizioni degli investitori istituzionali. Oltre a ciò, Twbook riporta anche ben evidente la media totale del mercato (Mtm) che indica quanto il mercato stesso sia sbilanciato in acquisto o in vendita. Vi sono poi altri due piani di lavoro: Twscreen e Twboard. Il primo consente di monitorare contemporaneamente 12 book a cinque livelli mentre il secondo estende la funzionalità e l’indicatore Mtm ai titoli dell’S&/Mib e del Dax. Twbook viene offerto gratuitamente per un mese e in seguito a 20 euro mensili.

Dopo il completo rinnovamento strutturale della T3, invece, Intesatrade prosegue a grandi passi il rilancio dell’offerta con quattro novità. «La prima e più importante – afferma il responsabile marketing Marco Marazia – è il chart trading, ovvero la possibilità di negoziare direttamente dai grafici. Una funzionalità già presente su EasyTrade, ma che qui si ritrova potenziata dalla velocità di esecuzione. È quindi possibile inserire un ordine con un click sul grafico di qualunque titolo ma anche spostarlo o toglierlo con un semplice drag&drop. È stato poi integrato con alert e ordini condizionati ed è possibile inserire stop loss e take profit allo stesso tempo».

Le altre novità riguardano il book a 20 livelli (o book profondo), già pronto ma ancora in attesa dell’ok da parte di Borsa Italiana. La T3 viene poi affiancata dalla VT5, la nuovissima piattaforma per l’elaborazione grafica dei dati di Borsa di Traderlink: «La nostra politica – conferma Marazia – è aprire la T3 agli applicativi più diffusi per venire incontro a tutti i nostri clienti». Ultima novità di Intesatrader è un piccolo tool per il calcolo dei margini, sia su singoli titoli sia su watchlist definite dall’utente.

Salto in avanti anche per Fineco e Sella.it, che annunciano l’imminente rilascio delle nuove versioni dei rispettivi applicativi di punta. La prima lancia infatti PowerDesk 3, con novità che riguardano la possibilità di ricerche complesse all’interno dell’archivio di news (ora disponibile), nuovi colori e altre rifiniture che secondo il responsabile dell’area trading Paolo Di Grazia «completano la piattaforma». Sella.it ha presentato in anteprima la demo di Extreme 4, oltre all’unificazione delle piattaforme web Tol plus e Tol investor nell’unica SellaXTrading che aggiunge alle precedenti versioni la personalizzazione tipica dell’applicativo di punta Estreme e una maggior facilità d’uso. Extreme 4 fornisce allo scalper book la possibilità d’inserire strategie e time&sales, grafici con nuove funzionalità e un’infrastruttura di sostegno potenziata.

Dopo la raffica di annunci degli ultimi mesi (tra cui Forex e mercato Euwax), Iwbank, in fase di Ipo, è arrivata all’Itf con le opzioni Isoalfa e con la demo del book profondo integrato nella piattaforma QuickTrade, il cui rilascio è però ancora condizionato dalle decisioni di Borsa Italiana. Infine, il broker londinese ActiveTrades, attivo anche in Italia, ha presentato la nuova piattaforma Onyx, sviluppata da Rcg e destinata a utenti evoluti ma non super-esperti, mentre Enigma propone la piattaforma gratis su Eurex e commissioni sui derivati a partire da 2,5 euro a lotto con un minimo di 30 contratti al giorno.

Copyright © Bloomberg – Borsa&Finanza per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved