Alert per chi investe nei bond: nuova inversione della curva

30 Maggio 2019, di Mariangela Tessa

Il mercato obbligazionario Usa torna a lanciare segnali di allarme sullo stato dell’economia americana: ieri i rendimenti del Treasury a 10 anni si sono attestati al 2,22%, il livello più basso da settembre 2017. Considerato che l’andamento dei rendimenti si muove in senso opposto rispetto ai prezzi delle obbligazioni, ciò significa che gli investitori hanno iniziato a fare incetta di bond, asset acquistato quando si temono periodi di debolezza economica. Siamo di fronte al cosiddetto “volo verso la sicurezza”.

Cosa sta succedendo? Nonostante l’economia statunitense si trovi nella fase di espansione più duratura della storia,  i mercati temono sempre di più che il quadro possa cambiare a causa delle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. Dopo che Washington ha imposto restrizioni contro la cinese Huawei, Pechino ha lanciato una velata minaccia: potrebbe usare il suo dominio nelle terre rare per mettere in difficoltà Washington, negandole l’accesso a minerali essenziali usati per esempio negli smartphone.

“Le obbligazioni si stanno imponendo come asset rifugio, trascinando i rendimenti al ribasso mentre gli investitori temono un blocco dei colloqui commerciali tra Stati Uniti e Cina.” Il sentimento sta peggiorando in quanto le tensioni commerciali tra le due potenze non mostrano segni di allentamento “, ha dichiarato Jasper Lawler, economista presso London Capital Group, in un report ripreso dalla CNN.

A peggiorare il quadro, il differenziale tra il rendimento del titolo a 10 anni e quello a tre mesi è ulteriormente sceso in territorio negativo provocando una inversione della curva.  Il rendimento sull’obbligazione statunitense a 3 mesi è attualmente superiore a 10 anni, oscillando intorno al 2,35%. Quando i tassi a breve termine sono più alti dei rendimenti a lungo termine, si parla di curva dei rendimenti invertiti. E tale situazione è frequente prima di una recessione.

“Quando la curva dei rendimenti si inverte, non è il momento di prendere in prestito denaro per fare una vacanza, è il momento di risparmiare”, ha spiegato Campbell Harvey, professore di finanza alla Duke University in una video intervista per Research Affiliates.

La curva dei rendimenti ha segnato una prima inversione a marzo dopo oltre circa dodici anni, ovvero poco prima dell’inizio della Grande Recessione del 2007.