Abi, mutui quasi raddoppiati nel 2015

29 Gennaio 2016, di Alberto Battaglia

ROMA (WSI) – L’erogazione di mutui è quasi raddoppiata nel 2015, con un incremento del 97,1% sull’anno precedente; lo ha comunicato l’Associazione bancaria italiana, sulla base di un campione che rappresenta oltre l’80% del mercato. Anche se in questi giorni non si fa altro che parlare di crediti “malati”, la notizia è sicuramente incoraggiante quale indicatore della ripresa e della fiducia da parte delle famiglie.

Infatti, fa presente l’Abi, a riprendersi fortemente è soprattutto il mercato dei finanziamenti per l’acquisto delle abitazioni, da parte proprio delle famiglie.

Il dato parla, in termini assoluti, di 49,826 miliardi di euro di mutui erogati, a fronte dei 25,283 miliardi dello stesso periodo del 2014. La ripresa dei finanziamenti continua ad allungare il passo, dunque: anche il confronto col 2013, quando i mutui si attestarono sui 19,085 miliardi di euro, e col 2012 (20,712 miliardi di euro), mostrano come il volume attuale sia più che doppio.

A rinforzare la tendenza, fa sapere l’Abi, c’è anche il calcolo, relativo a fine novembre 2015, del totale dei mutui in essere delle famiglie italiane: la variazione è positiva dello 0,5% “confermando, pertanto, la ripresa del mercato dei mutui”.

È quella a tasso variabile l’opzione più richiesta nel 2015, che costituisce il 42,8% delle nuove erogazioni; tuttavia, se si esaminano solo gli ultimi mesi dell’anno è cresciuta di molto la domanda per i mutui a tasso fisso, che a dicembre hanno toccato i due terzi del totale , quando, nella media dell’anno, sono stati solo il 25%.