3COM ANNUNCIA RISTRUTTURAZIONE E IL TITOLO CALA

21 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il gigante informatico 3 Com (COMS) ha riportato ieri, dopo la chiusura dei mercati, i risultati del terzo trimestre. Gli utili, di 97,4 milioni di dollari, pari a 27 centesimi ad azione, hanno superato di 2 centesimi le aspettative degli analisti, ma il fatturato e’ salito solo dello 0,3% a 1,415 milioni di dollari.

Il mercato non e’ rimasto particolarmente impressionato dai risultati, ma piuttosto con l’annuncio della societa’ di un piano di ristrutturazione.

3Com intende lanciare sul mercato alcune delle sue divisioni per alleggerire la societa’ e incrementare la crescita a lungo termine; vendere la divisione modem ad una joint venture che intende formare con Accton Technology di Taiwan e NatSteel di Singapore; e interrompere le vendite delle apparecchiature per reti di computer per societa’ di grandi dimensioni, due divisioni queste ultime che hanno registrato una crescita molto lenta, ma che nonostante tutto ammontano a circa meta’ del fatturato.

La ristrutturazione avra’ effetti su circa 3 mila dipendenti, quasi un quarto della forza lavoro di 3Com, e ammontera’ a 200-300 milioni di dollari, ma secondo il Ceo Eric Benhamou incrementera’ la crecita di almeno il 20% annuo.

L’interesse della societa’ si concentrera’ soprattutto sulle tecnologie che presentano il tasso di crescita piu’ elevato, quali i cavi broadband e i modem DSL, le soluzioni di telefonia e le piattaforme multiservizi, i sistemi wireless Lan e WAN.

3Com si trova in una situazione favorevole per fare acquisizioni in questi settori, grazie a 3 miliardi di liquidita’ e un prezzo aiutato dalla recente Ipo della divisione Palm Inc. (PALM).

Gia’ annunciato l’acquisto per 90 milioni di dollari di Call Technologies, nota per i softwtare che permettono l’invio di e-mail e dati vocali allo stesso numero telefonico; l’investimento di 20 milioni in CAIS Internet, una societa’ di accesso Internet ad alta velocita’, e l’accordo con la casa produttrice di apparecchiature digitali Copper Mountain Networks (CMTN) per offrire hardware DSL.

La societa’ intende anche creare nuove alleanze ed espandere quelle esistenti, anche se puo’ essere particolarmente difficile integrare nuove societa’ e nuove tecnologie.

Il mercato ha pertanto reagito negativamente e il titolo e’ ora in calo del 5,83% a quota 64 e 56 dollari.