Zucchero come alcol e tabacco, fa una strage. E’ ora di tassarlo?

10 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

LONDRA (WSI) – “Lo zucchero è il nuovo tabacco. Ovunque ci sono bevande zuccherate e cibi spazzatura, pubblicizzati e distribuiti da un settore ‘cinico’, concentrato più sui guadagni che non sulla salute” delle persone.

Sono queste le parole del Professore di Epidemiologia Clinica presso l’Università di Liverpool, UK, Simon Capewell, il quale spiega che “l’obesità sta già generando un’enorme quantità di malattie e di morti”.

Secondo gli studiosi, lo zucchero è diventato un problema per la salute delle persone proprio come l’alcol e il tabacco e per questo gli esperti invitano l’industria alimentare a ridurre del 30% i livelli di zucchero contenuti nei prodotti di uso quotidiano.

Tale riduzione favorirebbe una diminuzione di 100 calorie nell’apporto calorico giornaliero di ogni persona, invertendo così nell’arco di 5 anni la crescente diffusione dell’obesità nel Regno Unito.

Inoltre, gli esperti chiederanno alle aziende di fermare la pubblicità di bevande zuccherate e di snack per i bambini che chiedono lo zucchero, che sembra essere diventato “l’alcol dell’infanzia“.

Gli studiosi chiederanno poi al governo di multare tutti coloro che non rispetteranno gli obiettivi di riduzione; o magari, anche di imporre una tassa sullo zucchero.