Wall Street trova la via dei guadagni, chiusura sui massimi

4 Agosto 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Wall Street ha trovato la via dei rialzi e ha chiuso la seduta sui massimi di giornata. Con un occhio alle crisi internazionali, gli investitori si concentrano sulla corporate America.

Dopo il suono della campanella, In questo momento, il Dow Jones guadagna lo 0,46% a 16.569 punti, il Nasdaq sale dello 0,72% a 4.384 punti e lo S&P 500 cresce dello 0,72% a 1.939 punti. Il petrolio a settembre guadagna lo 0,15% a 98,03 dollari il barile.

Nel frattempo, i titoli di Stato americani hanno limato i rialzi ma continuano con rendimenti in calo al 2,49% per il titolo decennale, benchmark del settore, e al 3,29% per il titolo trentennale. Sui mercati valutari, l’euro cala a 1,3419 dollari, contemporaneamente il biglietto verde perde terreno contro lo yen a quota 102,50.

La spinta arriva dal piano di salvataggio da 6,6 miliardi di dollari varato dal Portogallo per Banco Espirito Santo e da alcune buone notizie sul fronte delle trimestrali. Nonostante l’S&P 500 abbia chiuso la scorsa settimana con un calo del 2,7%, il quadro tecnico resta rialzista, secondo gli analisti, e sostiene le possibilità di un rimbalzo.

“Da un punto di vista tecnico, il mercato è riuscito venerdì a tenere la parte bassa del trading range e questo sta aiutando i corsi stamattina”, spiega Peter Cardillo, capo economista di Rockwell Global Capital. “Le notizie dal Portogallo sicuramente sono un passo nella giusta direzione e dopo le forti perdite della scorsa settimana il mercato ha bisogno di riprendere fiato”.

Berkshire Hathaway , la società di Warren Buffett, sale di quasi il 2% dopo i risultati del secondo trimestre che mostrano un balzo degli utili del 41% a un massimo storico.

L’agenda macroeconomica odierna e’ vuota, motivo per cui gli investitori continuano a digerire una serie di trimestrali mentre monitorano la situazione sul fronte geopolitico.

Nelle prime battute, aveva prevalso l’ottimismo dettato dalla notizia la notizia del salvataggio del gruppo finanziario banco Espirito Santo. Il Portogallo spenderà ben 6,6 miliardi di dollari per salvare Banco Espirito Santo.

Dopo i dati sulloccupazione americana più deboli delle attese, diffusi venerdì, la maggioranza degli analisti prevede che non ci siano aumenti dei tassi di interesse prima della seconda metà del prossimo anno.

Continua intanto la stagione delle trimestrali. Fin qui 360 aziende quotate sull’S&P 500 hanno riportato le trimestrali, il rapporto risultati migliori delle stime/risultati peggiori delle stime si attesta ad un solido 77 vs 23, stando ai dati di Deutsche Bank.

Sul fronte macro, attesi ISM servizi e ordini alle fabbriche domani, dati sul commercio mercoledì, sussidi giovedì e scorte all’ingrosso venerdì.

Tra le storie societarie odierne, Michael Kors Holdings sale dopo che il gruppo ha registrato un aumento del 43% del fatturato del trimestre. L’australiana Treasury Wine Estates consentirà a Kohlberg Kravis Roberts & Co di accedere alla data-room, dopo che il gigante del private equity ha alzato l’offerta a
3,15 miliardi di dollari, aumentando le probabilità di una battaglia per il controllo.

Nuovo colpo delle autorità cinesi a Microsoft, che, secondo State Administration for Industry and Commerce (SAIC), non deve ostacolare le indagini anti-trust, aperte sul gruppo la scorsa settimana.

Sul valutario, euro -0,07% a $1,3419.

Riguardo alle materie prime, i commodities, i futures sul petrolio +0,15% a $98,04, il prezzo dell’oro -0,21% a quota $1.292 l’oncia.