Wall Street recupera perdite nel finale e chiude in lieve rialzo

27 Giugno 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Wall Street recupera nel finale una seduta all’insegna delle vendite e chiude la seduta in lieve rialzo. Il Dow Jones sale dello 0,03% a 16.852 punti, il Nasdaq guadagna lo 0,43% a 4.398 punti e lo S&P 500 sale dello 0,19% a 1.960 punti.

Il petrolio ha perso 10 centesimi, lo 0,1%, chiudendo a quota 105,74 dollari il barile. Nella settimana il greggio ha perso l’1%. Nel frattempo, i titoli di Stato americano chiudono negativi con andamenti in aumento al 2,53% per il benchmark decennale e al 3,36% per il titolo a 30 anni. Sui mercati valutari, l’euro sale a 1,3643 dollari e il biglietto verde cala a 101,38 yen.

L’indice sulla fiducia dei consumatori degli Stati Uniti di giugno, elaborato dall’Università del Michigan, è stato rivisto al rialzo da 81,2 a 82,5 punti rispetto agli 81,9 punti del mese precedente. Il dato è uscito appena superiore alle previsioni degli analisti che si attendevano una revisione a 82,0. A giugno l’indicatore è balzato a 82,5 punti a fronte degli 81,9 punti di maggio.

L’atteggiamento degli investitori resta comunque prudente dopo che il presidente della Fed di St Louis James Bullard ha anticipato un possibile rialzo dei tassi d’interesse al primo trimestre del 2015.

A pesare ulteriormente sul ‘sentiment’ anche i dati sulle spese personali che hanno mostrato una spesa al consumo peggiore del previsto. I dati hanno immediatamente portato alcuni economisti a tagliare le stime sulla crescita dell’economia Usa per il secondo trimestre.”La gente sta cercando di elaborare le stime sul Pil del secondo, terzo e quarto trimestre”, dice Wilmer Stith, co-manager di Wilmington Broad Market Bond Fund.

Le tensioni in Iraq continuano a pesare, perché si teme possano innescare un aumento del prezzo del greggio. Il mercato obbligazionario è stabile: il benchmark decennale è piatto e rende il 2,52%.

Oggi sarà una giornata relativamente tranquilla sul fronte macro, è attesa soltanto la lettura finale della fiducia dei consumatori elaborata dall’Università del Michigan per giugno.
Poche aziende devono annunciare oggi i dati sugli utili, tra cui Commercial Metals e KB Home prima dell’apertura.

Tra i titoli in evidenza oggi: Nike è in rialzo, dopo aver registrato utili del trimestre superiori alle attese a causa delle forti vendite in Nord America e in Europa. Dupont ha tagliato le previsioni di utile operativo per l’anno, citando la debolezza dei settori chimico e dell’agricoltura. Relational Investors LLC ha annunciato di avere una partecipazione dell’8,52% di Manitowoc e di avere intenzione di dividere la società in due.

Sul valutario, euro in rialzo a $1,3615.

Riguardo alle materie prime, i commodities, i futures sul petrolio (WTI scadenza agosto) in lieve calo a 105,81 dollari, il prezzo dell’oro in lieve flessione a quota $1.316,10 l’oncia.