Wall Street mista, Nasdaq chiude in positivo

di Redazione Wall Street Italia
12 Novembre 2014 22:10

NEW YORK (WSI) – Prende fiato Wall Street, all’indomani dei nuovi record toccati da S&P 500 e Dow con gli investitori che reagiscono a dati macroeconomici deludenti in Europa, a notizie di soldati russi entrati in Ucraina e prezzi in calo del greggio, oltre alla multa da 3,4 miliardi di dollari imposta a 5 banche per manipolazione dei mercati valutari.

Nel finale, il Dow segna un calo dello 0,02% a 17.612 punti, il Nasdaq guadagna lo 0,31% a 4.675 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,07% a 2.038.

Il petrolio ha terminato ai livelli minimi dall’ottobre del 2011: i future con scadenza a dicembre sono calati di 76 centesimi a 77,18 dollari il barile. Nel frattempo, i titoli di Stato americani chiudono poco mossi con rendimenti al 2,36% per il titolo decennale, benchmark del settore, e al 3,08% per il titolo trentennale. Sui mercati valutari, l’euro cala a 1,2430 dollari mentre il biglietto verde perde terreno contro lo yen a 115,52.

Le valutazioni restano intorno ai massimi dal 2009. Occhio allo S&P 500, che ha recuperato +9,5% dal minimo in sei mesi testato a ottobre, sulla scia di dati economici e societari migliori delle attese. Il Dow Jones è reduce dal sesto rialzo consecutivo, il più duraturo dallo scorso giugno.

Tra i titoli male Citigroup dopo la multa comminata anche ad altre banche per manipolazione dei mercati. Sotto i riflettori anche JP Morgan.

Wal Mart continua a restare al centro dell’interesse degli investitori sulle voci di uno spin-off della controllata Sam’s Club e in attesa dei conti trimestrali in agenda domani.

Fari su Yahoo. Secondo quanto ricostruito da Reuters, almeno due tra i maggiori azionisti della società Internet sarebbero talmente insoddisfatti del tentativo di rilancio dell’AD Marissa Mayer da aver contattato direttamente l’AD di AOL Tim Armstrong per valutare un’integrazione tra i due gruppi. La società ha annunciato ieri l’acquisizione per 640 milioni di dollari della piattaforma di pubblicità video Brightroll.

Balzo di Fossil Group, +8% fino a $112, dopo che il produttore di orologi ha annunciato un piano di riacquisto di azioni del valore di $1 miliardo. L’utile per azione del terzo trimestre è stato inoltre di $1,96, meglio delle attese.

Sul valutario l’euro +0,01% sul dollaro a quota $1,2475; nei confronti dello yen il dollaro -0,47% a JPY 115,22. Euro/yen -0,48% a JPY 143,72. In particolare la divisa nipponica perde terreno per via delle indiscrezioni circa l’intenzione del primo ministro giapponee Shinzo Abe di posticipare il piano di rialzo dell’Iva.

Tra gli altri mercati, i futures sul greggio fanno -0,54% a $77,52 al barile. Oro -0,02% a $1.162,80 l’oncia.