Vodafone avverte Italia su batterio neo monopolismo Telecom

11 Giugno 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – “In Italia stiamo investendo moltissimo sulla banda ultralarga e continueremo a farlo. Il problema è la concorrenza. Ogni tanto riprende a circolare il batterio di un neomonopolismo di ritorno”. Lo ha detto nel corso di un’intervista rilasciata al quotidiano la Repubblica, l’ad di Vodafone Italia, Vittorio Colao.

L’italiano Vittorio Colao punta il dito contro Telecom, che accusa di posizione antistorica quando dice “teniamo fuori lo straniero”.

“Faccio un plauso all’Antitrust italiana che ha dimostrato di avere a cuore sia lo sviluppo delle reti sia della concorrenza. Adesso in Italia il problema è questo: se vogliamo evitare che la fibra sia solo per i ricchi dobbiamo mutualizzare il sistema. Bisogna assicurarsi che, come per le strade, un sistema raggiunga tutta la popolazione. Trovo inoltre stupefacente che nel 2015 qualcuno possa dire `teniamo fuori lo straniero`, soprattutto quando si tratta di un player europeo. E’ una posizione antistorica da parte dei vertici di una società concorrente”.

Colao ha aggiunto: “Se l’Europa fosse una, con un unico sistema giuridico e regolatorio, ci sarebbe posto per 4 player. La mia ambizione è che Vodafone sia uno di questi”.

“C’è grande attivismo di Deutsche Telecom e sicuramente Liberty che sta guardando alla convergenza, e poi ci potrebbe essere una forma di espansione di Orange o Telefonica, che potrebbe coinvolgere anche l’Italia. Più Orange che Telefònica”.