Antifragile, non infrangibile

26 Ottobre 2020, di Redazione Wall Street Italia

Articolo di Michele Sportoletti, Consulente Patrimoniale di Perugia

 

Il vento può spegnere la candela e ravvivare il falò. È questo uno dei concetti cardine dell’Antifragile, il libro di Nicholas Nassim Taleb. Dopo “Il cigno nero”, uno dei volumi più conosciuti di questo autore, Taleb ci regala ancora una volta una visione originalissima, che ribalta quella dell’economia classica e che induce a riflettere sulla necessità di creare sistemi antifragili, cioè in grado di resistere agli urti a cui vengono sottoposti quando c’è l’incertezza, la volatilità, il disordine

N.T. spiega come il caso, l’incertezza e il caos siano proprio i momenti migliori per quelli che hanno un atteggiamento impavido, per quelli che non si accontentano semplicemente di vivere ma vogliono lasciare un segno del proprio passaggio.

Ci sono infatti situazioni che possono trarre vantaggio dagli scossoni, che prosperano e crescono quando sono esposte alla volatilità, al caso e ai fattori di stress. Quel trarre vantaggio è l’elemento che contraddistingue l’Antifragilità dalla Resilienza. Con la prima si migliora, con la seconda si resiste.

Profilatura e valutazione di adeguatezza

Nel profilo di adeguatezza che le banche fanno compilare all’investitore prima della sottoscrizione di un contratto, vi è una domanda fondamentale sul comportamento che si intende tenere in condizioni di stress.

 

Se l’investimento nei primi mesi di vita dovesse perdere il 15% come reagisci?

A questa situazione si pongono le seguenti alternative:

  • vendo ed evito notti insonni
  • aspetto che l’investimento recuperi
  • compro ancora approfittando dei prezzi più bassi

Questi tre comportamenti, secondo me, possono essere spiegati dal libro di Taleb nel modo seguente:

🔹 Vendo ed evito notti insonni

Il primo comportamento è un comportamento FRAGILE, cioè appeso ad un filo, un pò come “la spada di Damocle” che raffigura una minaccia incombente che pende sul nostro capo come un pericolo che potrebbe realizzarsi da un momento all’altro. Al primo scossone la spada cade e Damocle muore. Sono completamente in balia del caso.

🔹 Aspetto che l’investimento recuperi

Il secondo comportamento è un comportamento RESILIENTE caratteristica peculiare dei metalli di resistere alle forze che vi vengono applicate. Come un metallo anche il patrimonio, quando ben diversificato, facendo leva sul trascorrere del tempo torna alla sua forma originaria dopo una crisi, ma nella gran parte dei casi nel momento in cui toccherà il pareggio per paura di altri cali verrà liquidato senza nessun perdita ma anche senza nessun guadagno.

🔹 Compro ancora approfittando dei prezzi più bassi

Questo è il comportamento ANTIFRAGILE, che a differenza della resilienza ama il caso e l’incertezza. L’antifragilità possiede la singolare caratteristica di consentirci di affrontare l’ignoto. Una delle strategie più utilizzate ovunque prevalga la casualità, l’imprevedibilità, l’opacità o comprensione parziale delle cose è il “Dollar Cost Average” ossia la strategia della mediazione del prezzo. Più i momenti saranno incerti più io potrò essere certo che avrò un risultato non lineare, cioè come avviene per un farmaco quando si raddoppia la dose, non otterrò il doppio dell’effetto iniziale, ma molto, molto di più.

Dinanzi all’imprevedibilità del caso essere «robusti» non è sufficiente. A lungo andare, tutto ciò che ha la minima vulnerabilità perisce inevitabilmente; per evitare che una crepa finisca per far crollare un sistema serve una resistenza perfetta! E dato che la perfezione non si può raggiungere, occorre un meccanismo che aiuti il sistema ad autorigenerarsi continuamente, sfruttando gli eventi casuali, i collassi imprevedibili e la volatilità, anziché subirli.

Forse un giorno avremo meno remore intellettuali ad accettare il fatto che gli eventi accidentali svolgono un ruolo fondamentale per la storia perché costringono alcuni pionieri a cimentarsi con le leggi della natura per risolvere rompicapi altrimenti incomprensibili e ad esprimere risultati che non si sarebbero potuti esprimere in assenza di stress.

 

L’ Antifragilità è più che un mero antidoto al Cigno nero, è la vera essenza del vivere.

 

NB: Per ulteriori approfondimenti o domande, potete contattare il Dottor. Michele Sportoletti anche al seguente link: https://www.theintelligentinvestor.it/about/

 

Questo articolo fa parte di una rubrica di Wall Street Italia dedicata ai consulenti finanziari che vogliono raccontare le loro esperienze e iniziative professionali. Se siete interessati a pubblicare una vostra storia scriveteci a: social.brown@triboo.it


L’autore è esclusivo responsabile del presente contributo, su cui non è eseguito alcun controllo editoriale da parte di Brown Editore S.r.l.. Il presente articolo non può costituire e non deve essere considerato in nessun caso una sollecitazione al pubblico risparmio o la promozione di alcuna forma di investimento, ne raccomandazioni personalizzate ai sensi del Testo Unico della Finanza