Venezuela: assassinato leader del partito di opposizione

9 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

Il leader del partito di opposizione venezuelano Unt, Geman Mavare, è stato assassinato venerdì scorso: un proiettile lo ha colpito alla testa nello stato occidentale di Lara. A comunicare la notizia sono stati gli organi del partito. Secondo la versione comunicata da Maduro, dietro agli assassini di Mavare, uomo di centrosinistra, ci sarebbero uomini politici di orientamento reazionario: “il governo”, ha dichiarato Maduro, “sta dando la caccia a gruppi armati”.

L’omicidio colpisce il Venezuela in un momento di profonda crisi economica e politica, con il sostegno al presidente socialista Nicolas Maduro sempre più traballante. Meno di una settimana fa è stata ultimata la raccolta firme per indire un referendum volto a rimuovere Maduro dal suo ufficio: 1,8 milioni di venezuelani hanno risposto all’appello superando di diverse volte il limite minimo di 200mila firme. Secondo i sondaggi più recenti circa due terzi della popolazione vorrebbe le sue dimissioni.

Nel frattempo il Paese sta attraversando una crisi gravissima, con l’inflazione a tripla cifra, il tasso di cambio pesantemente svalutato e il razionamento energetico che stanno alimentando un malcontento che potrebbe avere esiti anche imprevedibili.

Anche se l’iter democratico che potrebbe rovesciare la sua presidenza via referendum è ancora lungo (sarà necessaria un’altra petizione prima che la votazione vera e propria possa avere luogo) il destino politico di Maduro potrebbe essere più complicato, a causa dell’intransigenza che continua a mostrare di fronte al lamento del suo popolo.

Dopo la vittoria delle elezioni mid-term per il parlamento da parte delle opposizioni e la crisi economica i rischi di una insurrezione violenta non possono essere ignorati, come, del resto ha notato il professor R. Evan Ellis:

Intanto sia gli uomini d’affari che i governi di tutto il mondo non si chiedono più se il regime di Maduro finirà, ma quali saranno le circostanze in cui sarà sferrato il colpo di grazia.