Vanguard: “Borsa Usa non garantirà più guadagni degli ultimi anni”. Ecco mercati su cui puntare

12 Febbraio 2019, di Mariangela Tessa

Dimenticate i rendimenti degli ultimi anni. Da ora in poi, il mercato azionario americano non garantirà il tipo di guadagni annuali a cui gli investitori si sono abituati dopo il crollo della crisi finanziaria nel 2009. Ne è convinto Greg Davis, capo degli investimenti di Vanguard, lo storico gestore di fondi passivi negli Usa, che in un’intervista alla CNBC ha spiegato:

“Se guardiamo al futuro per i prossimi 10 anni, le nostre aspettative sui mercati azionari statunitensi sono per un rendimento annuo medio del  5% circa, contro gli 8% di qualche anno fa. Le nostre aspettative sono chiaramente discese”, ha aggiunto Davis. Il rendimento medio annualizzato storico per il mercato azionario, che tiene conto dell’inflazione è di circa il 7%.

Secondo l’esperto, dopo il recente rally di gennaio l’S & P 500 è al “massimo del fair value”. Con i rendimenti del mercato azionario che rallentano mentre i guadagni e la crescita economica si raffreddano, Davis ha detto che gli americani avranno bisogno di risparmiare di più e risparmiare più a lungo.

In un’ottica di medio termine, secondo una recente analisi di T.Rowe Price, anche se le valutazioni statunitensi non sembrano attualmente irragionevoli rispetto alla media storica, potrebbero iniziare a sembrare meno allettanti se si accorge che il mercato ha raggiunto il picco di crescita degli utili. In quest’ottica, secondo gli esperti, meglio puntare sui mercati emergenti, che offrono maggiore potenziale di apprezzamento.