Usa: va aumentato tetto debito, altrimenti default

27 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Agli inizi di gennaio, quando il Congresso americano riuscì in extremis a raggiungere un accordo sul fiscal cliff, l’Ocse disse chiaramente: rischio recessione solo rinviato. La minaccia fu poi archiviata e sparì quasi dalle preoccupazioni degli strategist, che si concentrarono sulla ripresa economica degli Usa.

La questione dei debiti americani si ripresenterà però ben presto visto che, come avverte anche il Financial Times, il Tesoro americano raggiungerà di nuovo il tetto sul debito entro la metà di ottobre; il che significa che, se il Congresso non agirà per alzare il limite, come ha detto anche nelle ultime ore il segretario al Tesoro Jack Lew, gli Usa saranno a rischio di caos finanziario. Al momento, il tetto sul debito è di $16.700 miliardi. Per caos finanziario si intende che gli Usa so troverebbero in una condizione tale da non poter più chiedere finanziamenti in prestiti, e tale fattore creerebbe il rischio di un default dei Treasuries.

Cruciali saranno le prossime settimane per il Congresso americano, dove democratici e repubblicano dovranno raggiungere un accordo anche sulle spese del prossimo anno.

LEGGI ANCHE

Fiscal Cliff, Roubini: “Rischio di nuova crisi”

Fiscal cliff: ecco cosa rischia l’America.

Fiscal Cliff: Obama convoca vertice alla Casa Bianca con i repubblicani e democratici.

Fiscal Cliff per idioti.

Fiscal cliff, tutto rimandato a dopo Natale. Sell a Wall Street e disprezzo per i politici.

Fiscal Cliff: Obama cede su aumento tasse ai più ricchi.