Usa mostra immagini che provano attacchi russi in Ucraina

28 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Nell’est dell’Ucraian è guerra aperta e il conflitto sanguinolento ha già fatto quasi 500 morti tra i civili.

L’amministrazione Obama ha rilasciato alcune immagini, quattro pagine di documenti per la precisione, che dimostrerebbero il coinvolgimento diretto della Russia.

Dal confine sono stati lanciati missili in direzione delle forze militari ucraine stando alle immagini satellitari catturate dopo l’abbattimento dell’aereo della Malaysia Airlines.

Il generale Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo, ha accusato gli Stati Uniti di prendere gran parte del suo materiale di intelligence dai social media, scrive il Washington Post.

Konashenkov ha negato che la Russia abbia aumentato a 15.000 il numero dei soldati schierati al confine con l’Ucraina, come ha invece denunciato il governo americano la settimana scorsa.

Konashenkov ha dichiarato che ispezioni simili di “azioni di combattimento delle forze armate ucraine nelle zone adiacenti al confine con la Russia” sarebbero “ad alta concentrazione e con armamenti ed equipaggiamenti militari che hanno ucciso e ferito diversi nostri cittadini”.

Le nuove immagini comunque fornirebbero la prova che le forze russe hanno sparato attraverso il confine alle forze militari ucraine e che i separatisti russi hanno usato l’artiglieria pesante, fornita dalla Russia, in attacchi alle forze ucraine dall’interno dell’Ucraina.

L’amministrazione Obama ha poi riferito che la partecipazione russa, insieme alla sua incapacità di usare la sua influenza sui separatisti per consentire agli ispettori internazionali di raggiungere il sito dell’incidente aereo, dovrebbero portare ad un aumento delle sanzioni contro la Russia.

Si sta infatti ora valutando la possibilità di misure supplementari, mentre i funzionari europei si incontreranno questa settimana a Bruxelles per discutere l’attivazione di nuove sanzioni contro settori economici chiave russi.