Usa-Cina: prove di pace commerciale, si tratta in vista del meeting decisivo

11 Febbraio 2019, di Mariangela Tessa

I mercati guardano con rinnovato ottimismo i progressi sul fronte delle trattative tra Usa e Cina sulla disputa commerciale. Oggi a Pechino iniziano i lavori preparatori in vista degli incontri di alto livello in calendario il 14 e il 15 febbraio.

Positiva la reazione delle Borse asiatiche: Shanghai avanza dell’1,16% e Shenzhendel 2,68%. Poco mossa Seul +0,17% mentre Taiwan sale dello 0,72%. Miste le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le rispettive sedute.

Al tavolo delle trattative odierne ci sarà il vice del rappresentante commerciale Robert Lighthizer, ovvero Jeffrey Gerrish, la persona dello staff di Trump che ha gestito le trattative svoltesi nella capitale cinese dal 7 al 9 gennaio scorso e che sono state poi seguite da quelle a Washington del 30 e 31 gennaio a cui ha partecipato il vice premier cinese Liu He.

L’intenzione delle due super potenze mondiali, almeno a parole, è quella di trovare, un accordo definitivo sui dazi e sulle politiche commerciali da attuare nell’immediato futuro.

Vanno in questa direzione, le ultime dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che ha annunciato i membri della delegazione statunitense che questa settimana saranno in Cina per continuare a trattare sul commercio. Giovedì e venerdì toccherà al al rappresentante commerciale Robert Lighthizer e il segretario al Tesoro Steven Mnuchin volare a Pechino per partecipare a incontri di alto livello del 14 e il 15 febbraio prossimo.