Usa: Christie troppo grasso per la Casa Bianca. E rischia di morire

7 Febbraio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Troppo grasso per candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti. I chili di troppo di Chris Christie, 50 anni, il popolare governatore, repubblicano, del New Jersey, rischiano di precludergli un futuro da presidente degli Stati Uniti. A lanciare l’allarme è Connie Mariano, ex medico alla Casa Bianca ai tempi di Bill Clinton e dei Bush, padre e figlio. ”Devo essere onesta – spiega Mariano – ciò che gli impedisce di correre è il suo peso. Potrebbe anche morire mentre è in carica”.

Dichiarazioni che non sono andate giù a Christie: ‘Mio figlio mi ha chiesto se sto per morire. E’ una sciocchezza da irresponsabili”, ha attaccato il governatore, affermando come certa gente ”dovrebbe stare zitta”.

Che l’apparizione, nei giorni scorsi, di Christie al ‘David Letterman Show’, con la sua trovata di ingurgitare ciambelle durante la trasmissione, non si limitasse a qualche semplice risata era più che scontato. Così la questione sul peso del governatore – uno dei più accreditati nel partito repubblicano
a candidarsi nel 2016 – è tornata oggetto di grande dibattito su giornali e televisioni.

Tanto che Christie è stato costretto ad una conferenza stampa per ammettere che la sua è una lotta continua contro il peso e che i dottori lo mettono continuamente in guardia. ”I miei dottori – ha detto – mi dicono che non sarò sempre cosi fortunato, quindi credetemi sono ben conscio del problema. Faccio del mio meglio, a volte ci riesco a volte no, va avanti cosi da 30 anni”.

Secondo quanto scrive la stampa americana, Christie non ha mai rivelato il suo peso (ma dalle foto si puo’ dedurre che non è lontano dai 200 chili), o le sue cartelle cliniche. Cosa che dovrà fare ad un certo punto se deciderà di correre per la Casa Bianca. (Ansa)