Usa: +169 mila posti, disoccupazione cala al 7,3%

6 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Nel mese di agosto, il numero dei nuovi posti di lavoro creati negli Stati Uniti è aumentato di 169.000 unità. Il dato è stato inferiore alle stime degli analisti, con quelli di Bloomberg che avevano previsto un aumento dei posti di lavoro di 180.000 unità, e quelli di Briefing che avevano stimato un incremento di 177.000 unità.

Rivisti al ribasso i numeri di luglio; la crescita dei posti di lavoro è stata di 104.000 unità, contro +162.000 inizialmente resi noti. Il tasso di disoccupazione è invece sceso al 7,3% dal 7,4%, facendo meglio del 7,4% atteso dal consensus.

La reazione iniziale dei mercati non è positiva: gli investitori tornano ad acquistare i Treasuries a 10 anni che ieri erano stati venduti, con la conseguenza che il tasso era balzato oltre il 3%; l’acquisto dei bond americani fa scendere di 12,5 punti base i rendimenti, che tornano al 2,873%.

Si torna ad acquistare anche l’oro, con le quotazioni che balzano di $10, dopo aver perso terreno prima della comunicazione del dato. L’euro sale sul dollaro a $1,3145, e il Dollar Index rallenta 82,134.

La reazione dei mercati indica come gli investitori siano rimasti alquanto delusi dal rapporto sull’occupazione. Allontanati dunque i timori sull’intervento della Fed, volto a ridurre la portata del quantitative easing, nel meeting dei prossimi 17-18 settembre?

Non conforta il calo del tasso di disoccupazione, che si spiega più che altro con il minore tasso di partecipazione da parte di chi cerca lavoro, sceso al 63,2%, al livello minimo dall’agosto del 1978, dal 63,4% precedente.

Dunque, anche negli Stati Uniti, esiste ancora il problema di un’economia che assiste a una debolezza di fondo del mercato del lavoro. “La crescita dei posti di lavoro rimarrà a livelli meno convincenti, almeno fino a quando il ritmo dell’attività economica non tornerà a salire”, aveva detto prima della pubblicazione del dato Russell Price, economista senior presso Ameriprise Financial Inc, a Detroit.

La durata della settimana lavorativa è stata in media di 34,5 ore, in rialzo rispetto alle 34,4 ore di luglio; i salari medi orari sono saliti dello 0,2% a $24,05 su base mensile, aumentando +2,2% su base annua.