Università, quali sono i Paesi più costosi dove studiare?

13 Novembre 2022, di Mariangela Tessa

Gli Stati Uniti si confermano in testa alla classifica dei Paesi più cari dove studiare all’università, seguiti dagli Emirati Arabi Uniti e dall’Inghilterra. È uno dei risultati dell’analisi condotta da N26, che ha messo a confronto il costo dell’istruzione universitaria e il costo della vita in vari paesi e città del mondo, per favorire la gestione e la pianificazione finanziaria consapevole.

A questo scopo, sono stati analizzati i costi e l’accessibilità economica delle università di 50 nazioni. Nello studio, sono stati presi in considerazione i costi dei corsi di laurea in medicina, infermieristica, giurisprudenza, ingegneria civile, software development e scienze della formazione. Inoltre, lo studio valuta anche gli stipendi tipici che i neolaureati di ciascuna disciplina possono aspettarsi dopo il completamento del corso di studi, e stila una classifica di 100 famose città universitarie in base a vivibilità e costo della vita.

Italia 24 esima per costo dell’università

E l’Italia? Il nostro Paese si colloca al 24 esimo posto per il costo dell’università. Per costo della vita e vivibilità, in Italia la città migliore per gli studenti risulta essere Bologna, seguita da Roma, Firenze e Milano. Delle 100 incluse nello studio, la città migliore è Praga, seguita da Tokyo, Amsterdam, Madrid e Reykjavik.

In Italia, a una persona laureata occorrono quasi quattro anni per ripagare il prestito contratto per pagare le tasse universitarie, e per questo aspetto l’Italia si colloca al 28° posto tra i 50 paesi dello studio. Per quanto riguarda il livello degli stipendi dopo la laurea, l’Italia si classifica al 29° posto. La Svizzera si posiziona in testa alla classifica, seguita da Stati Uniti, Danimarca, Australia e Belgio. Nomvuzo Maitin, product manager di N26, ha commentato:

“L’istruzione universitaria ha la capacità di trasformare le vite migliorando le prospettive professionali e retributive delle persone. Purtroppo, questi vantaggi non sono accessibili in modo equo a tutti. Mentre in alcuni paesi l’università è gratuita o vi sono molte agevolazioni statali, in altri il costo di una laurea spesso è proibitivo, in particolare per chi proviene da situazioni meno privilegiate. Data questa disparità, abbiamo voluto analizzare e confrontare il panorama dell’istruzione universitaria nei vari paesi, per offrire agli studenti un’idea migliore di ciò che possono aspettarsi a livello economico nel paese in cui decideranno di studiare e fornire un’indicazione degli stipendi che potranno ricevere dopo il completamento del corso di studio”.

I risultati principali della ricerca

Vediamo nel dettaglio, alcuni risultati dello studio. Il costo di un anno di università varia enormemente tra paesi, come si evince dalle tabelle seguenti, che mostrano i paesi in cui le tasse universitarie sono più alte e quelli in cui sono più basse. Le tabelle contengono un valore rappresentativo del costo di un anno di università in ciascun paese, che è la media dei corsi nelle sei discipline prese in considerazione per lo studio:

Mariangela Tessa | Wall Street Italia

 

Di seguito, nella tabella di sinistra vediamo i 10 paesi con la retribuzione più alta per le posizioni junior, mentre la tabella di destra riporta i 10 paesi con la retribuzione più alta per le posizioni senior:

Mariangela Tessa | Wall Street Italia

 

Le tabelle sotto riportano le 10 città con il punteggio più alto per costo della vita e vivibilità e le 10 città migliori per la sicurezza degli studenti.

Mariangela Tessa | Wall Street Italia