Un anno dopo Segafredo ritenta: ingresso in Borsa in primavera

18 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Segafredo ci riprova. Dopo lo stop alla quotazione deciso lo scorso autunno per via delle difficili condizioni di mercato, il popolare gruppo del caffé si prepara a fare l’ingresso in Borsa già da qusta primavera.

Massimo Zanetti Beverage Group, proprietario di marchi del caffè come Segafredo e MJB, aveva rinviato lo sbarco a Piazza Affari nell’ottobre 2014. Ora ha chiesto alla Consob l’approvazione del prospetto di offerta e quotazione sul mercato principale (Mta) di Borsa Italiana.

I coordinatori globali dell’offerta sono Banca Imi e Bnp Paribas che agiranno anche come joint bookrunners, unitamente a JP Morgan e BB&T. Banca Imi sarà inoltre responsabile del collocamento per l’offerta pubblica mentre Bnp Paribas agirà in qualità di sponsor.

A inizio febbraio un consigliere del gruppo Massimo Zanetti Beverage aveva spiegato che l’obiettivo era di arrivare alla quotazione entro metà maggio, con un flottante fino al 30% del capitale.

(DaC)