“Umiliati e offesi”, avvocati disertano incontro Cancellieri

4 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Gli avvocati non si sono presentati all’incontro con il ministro della Giustizia Cancellieri: “ci ha umiliati e offesi, non è possibile per il momento proseguire una collaborazione”. Così ha motivato la decisione Guido Alpa, presidente del Consiglio forense

All’incontro era prevista la presenza di tutti rappresentanti dell’Avvocatura: oltre al Consiglio nazionale forense, i presidenti di tutti gli Ordini territoriali, l’Organismo unitario dell’Avvocatura e la Cassa forense.

Non solo hanno pesato le dichiarazioni di due giorni fa del ministro contro le lobby e gli avvocati, responsabili a suo avviso di frenare le riforme, ma anche il clamoroso fuori onda in cui si sente il Guardasigilli che, nel far riferimento gli avvocati napoletani ha detto che li avrebbe incontrati per toglierseli dai piedi.

Due giorni fa Annamaria Cancellieri aveva detto: “Gli avvocati… Le grandi lobby che impediscono che il paese diventi normale”, rispondendo alla domanda su chi stia frenando sulle riforme che nel suo settore questo governo sta portando avanti.

“Sulla giustizia – aveva continuato- non c’é un sentimento comune del governo, o meglio c’é solo a parole: quando affrontiamo il singolo caso, scattano i campanilismi e le lobby“.