Ue apre a offerta di un margine di deficit nel 2016

13 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) _ La Commissione Ue potrebbe concedere all’Italia un margine di deficit nel 2016.

In caso di implementazione del programma di riforme strutturali, l’Italia potrà infatti appellarsi alla clausola di riferimento. Lo ha detto il vicepresidente della Commissione Ue.

“C’è la possibilità di usare la clausola delle riforme nel 2016”, ha dichiarato a Reuters Valdis Dombrovskis, che a Roma ha visto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan.

Dombrovskis ha anche sottolineato che per la Commissione Ue sono “realistici” i nuovi target di crescita per il 2015 e il 2016 (rispettivamente 0,7% e 1,4%) inseriti nel Documento di Economia e Finanza approvato dal consiglio dei ministri venerdì scorso.

Per quanto riguarda il Def, un piano che scontenta un po’ tutti, l’Ue si esprime a favore del bonus per i meno abbienti, a patto che “siano rispettati gli obiettivi di risanamento”. Il governo ha avuto in dote 1,6 miliardi ricavati dalla differenza tra il deficit programmato e quello tendenziale.

Fonte: Reuters

(DaC)