Ue: alert Italia, l’industria sta crollando

25 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – L’Italia sta attraversando “una vera e propria deindustrializzazione”. E’ l’allarme lanciato dall’Unione europea, che presenterà il rapporto sulla competitività nella giornata di oggi.

L’indice della produzione industriale italiana, è scritto nel rapporto, “ha perso 20 punti percentuali dal 2007”. A pesare, nel caso italiano ma non solo, gli “alti costi dell’energia”, la “burocrazia”, la “scarsa spesa in ricerca e innovazione” e i “problemi di accesso al credito”.

La competitività dell’Italia sul costo del lavoro “si è erosa in modo considerevole negli ultimi 10 anni”, e anche la sua produttività – con Francia, Finlandia e Lussemburgo – è peggiorata. Dal rapporto emerge il miglioramento della Spagna, che entra a far parte del gruppo dei paesi dell’Unione europea più virtuosi. Persino la Grecia, messa in ginocchio dalla crisi, ha migliorato in termini di produttività.