Twitter citato in giudizio dopo i licenziamenti avviati da Musk

4 Novembre 2022, di Gianmarco Carriol

Ieri è stata intentata una class action contro Twitter, accusata di aver violato la legge federale e statale che richiede un preavviso di 60 giorni per i licenziamenti di massa, secondo un documento del tribunale.

La causa depositata presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti a San Francisco nomina cinque lavoratori attuali o ex come querelanti, uno dei quali è stato licenziato con effetto immediato già martedì. Altri tre membri dello staff sono stati bloccati dai loro account Twitter a partire da giovedì senza alcun avviso formale di licenziamento.

Da ieri sera a stamattina, dozzine di dipendenti di Twitter hanno iniziato a pubblicare sulla piattaforma che erano già stati bloccati dai loro account e-mail aziendali prima della notifica di licenziamento pianificata. Oggi i dipendenti di Twitter di vari dipartimenti tra cui curation, AI etica, marketing e comunicazione, ricerca, politiche pubbliche, benessere e altri team avevano twittato di essere stati licenziati. “Sono appena stato disconnesso in remoto dal mio laptop di lavoro e rimosso da Slack”, ha affermato un dipendente di Twitter sulla piattaforma. “E’ davvero triste finire in questo modo.” “Twitter è ora impegnato a condurre licenziamenti di massa senza fornire l’avviso richiesto ai sensi della legge federale WARN“, afferma la causa, riferendosi al Worker Adjustment and Retraining Notification Act, che richiede un preavviso di 60 giorni per alcune chiusure di impianti o licenziamenti di massa.

Twitter, appena acquisita dal magnate Elon Musk, ieri ha annunciato che avrebbe iniziato i licenziamenti nella “speranza di mettere la società su un percorso più sano”. Nel tentativo di rafforzare i ricavi, Musk ha anche annunciato di voler far pagare la spunta blu, prerequisito per aver il profilo verificato, che attualmente è assegnata solo a personaggi famosi oppure ad aziende.

Non è chiaro quanti dipendenti di Twitter siano stati o saranno licenziati. Twitter aveva circa 7.500 dipendenti prima dell’acquisizione di Musk. Le indiscrezioni degli ultimi giorni dicono che Twitter potrebbe tagliare dal 25% al ​​50% del suo personale mentre Musk sta ripensando il funzionamento della piattaforma e cercando di migliorare i profitti dell’azienda dopo aver contratto un significativo debito per finanziare la sua acquisizione dell’azienda per 44 miliardi di dollari.

I dipendenti di Twitter devono essere consapevoli dei loro diritti

Shannon Liss-Riordan, l’avvocatessa che ha presentato la denuncia, ha detto all’agenzia Bloomberg che i lavoratori devono conoscere i propri diritti. “Abbiamo intentato questa causa stasera nel tentativo di assicurarci che i dipendenti siano consapevoli che non dovrebbero rinunciare ai loro diritti e che hanno una strada per perseguirli”, ha detto l’avvocatessa.

Twitter non ha risposto immediatamente alla richiesta inviata via e-mail questa mattina.  Un dipendente della società ha dichiarato che l’e-mail di giovedì è stata la prima comunicazione che i membri dello staff hanno ricevuto dalla società dall’acquisizione avvenuta il 27 ottobre e ha definito “un caos totale” la situazione che si sta vivendo all’interno dell’azienda