Tv, pagamenti digitali e gaming: la seconda vita di Apple

26 Marzo 2019, di Mariangela Tessa

Non solo smartphone e computer, Apple punta sempre più sui servizi: dai pagamenti digitali alle news, passando per la tv in streaming sono numerose le novità annunciate ieri dalla società di Cupertino, già anticipate dalla stampa. Novità che aprono la strada ad una seconda vita del colosso hi-tech, negli ultimi mesi in difficoltà per il rallentamento delle vendite dell’iPhone. Di seguito una carrellata delle novità presentata ieri dal palco dello Steve Jobs Theatre.

Apple News si rinnova

Si parte da Apple News, servizio nato da un paio di anni nei paesi anglofoni.  “La versione attuale è l’app di news più usata al mondo”, ha detto l’a.d. Tim Cook, aggiungendo che quella nuova è completamente ridisegnata e offre al lancio 300 magazine, tra cui Time, Vogue, National Geographic. Ci sono anche alcuni quotidiani, primo fra tutti il Wall Street Journal. Per leggerli tutti – nella loro interezza, non in una scelta di articoli – è previsto un abbonamento da 9,99 dollari al mene.

Cresce mercato dei pagamenti digitali

Dopo Apple Pay arriva “Apple Card”, servizio che si può usare in tutto il mondo grazie al circuito MasterCard su tutti i dispositivi del gruppo di Cupertino ed è priva di commissioni di alcun tipo. Promettendo di offrire i tassi di interesse più bassi quando si è in ritardo a pagare quanto speso, Apple ha sottolineato le caratteristiche fondate su sicurezza e privacy e semplicità d’uso. Il servizio è lanciato in partnership con Goldman Sachs.

Gaming: arriva Apple Arcade

È  una nuova categoria di giochi in appannamento, previsti nell’App Store. Più di cento titoli in esclusiva. Si può giocare anche offline, senza pubblicità. Disponibile da autunno 2019 in 150 Paesi, ancora non c’è informazione sul prezzo.

Apple Tv+, la piattaforma in stile Netflix

Il momento probabilmente più atteso di ieri è stato quello del lancio della tv in streaming. La novità di Tv+, così è stata battezzata, è che si paga solo per quello che si sceglie. Online o offline, senza pubblicità, con il family sharing.  Partner sono Hbo, Showtime, Starz, Epix, Cbs All Access, Hbo.