Tsipras contrario a sanzioni Russia. A Mogherini: non date la Grecia per scontata

31 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il premier greco Alexis Tsipras ha detto di essere contrario alle sanzioni che l’Occidente ha imposto alla Russia, affermando che “non vanno da nessuna parte”. In un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa russa TASS, in previsione della sua visita a Mosca prevista per la prossima settimana, Tsipras si è così espresso.

“Non siamo d’accordo con le sanzioni. Credo che non porteranno a nulla. Sostengo l’opinione secondo cui c’è bisogno di dialogo e diplomazia; dovremmo sederci al tavolo e trattare, trovando le soluzioni ai problemi principali”, ha detto.

Il governo di Atene ha spesso criticato le sanzioni che l’Unione europea ha imposto alla Russia. Tsipras ha rilasciato la dichiarazione in un momento critico per la Grecia, dal momento che le trattative con l’Eurozona stanno facendo pochi progressi.

Una critica è stata poi rivolta al presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk che, a suo avvio, “ha quasi dato per scontata la posizione della Grecia a favore delle sanzioni. E ha aggiunto di aver contattato sia Tusk che Federica Mogherini, alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri: “Non pensate che la posizione della Grecia sia una certezza; la situazione è cambiata e ora esiste un altro governo in Grecia. Ora dovreste chiedere a noi prima di prendere decisioni”.

Timothy Ash, analista presso Standard Bank, si è così espresso. “E’ facile parlare, ma vediamo se la Grecia davvero vuole rompere con le sanzioni decise. Credo che se seguisse quella strada, potrebbe avere dei problemi con i paesi più importanti dell’Occidente”.

Fonte: Greek Prime Minister Alexis Tsipras Criticizes Sanctions Against Russia