Truffati dalla piattaforma di trading e “delusi” dalla Sec: le vittime di Lbinary

10 Settembre 2020, di Alberto Battaglia

Vittime di una truffa perpetrata da una piattaforma di trading specializzata nelle opzioni binarie e rimasti a bocca asciutta nonostante un accordo dei presunti responsabili con la Sec, la Consob americana.

E’ questa la storia degli sfortunati clienti della Lbinary, un broker che si spacciava per inglese, ma era in realtà guidata da due cittadini israeliani, Anton Senderov e Lior Babazara, che sarebbero scappati con il malloppo dopo aver chiuso i siti dai quali avevano raccolto 5 milioni di dollari da migliaia di clienti.

Lo scorso 31 agosto, la Sec ha annunciato che le indagini sulla Lbinary si erano concluse con un accordo monetario che prevedeva il pagamento, per i due proprietari di 560.000 dollari in disgorgement (la componente relativa alla restituzione dei profitti illeciti) e di 350.000 dollari di sanzione civile a testa – un patteggiamento che non comporta l’ammissione di alcun atto illecito.

La delusione delle vittime

Considerata l’entità della truffa, che aveva coinvolto 2.800 clienti residenti in numerosi Paesi, le vittime non hanno potuto trattenere il senso di delusione.

“Mi aspettavo [una sanzione] nell’ordine dei milioni”, ha raccontato all’Israel Times una delle vittime della frode,“La Sec li ha inseguiti per aver sottratto oltre 5 milioni da oltre 2.800 clienti, quindi non capiamo perché ai proprietari sia stato ordinato di sborsare solo 560.000 dollari.
Speravamo di recuperare tutti i nostri fondi persi, ma questo numero ci confonde e ci delude. Ci restituiranno solo una piccola parte dei nostri soldi”, ha detto il testimone, un perito IT di 60 anni che ha perso 10mila dollari a causa della truffa.

Per alcuni altri clienti della piattaforma fasulla le perdite sono state decisamente più elevate: “Tutti hanno perso tutto”, ha raccontato al Times of Israel sotto anonimato, “alcune persone hanno investito enormi quantità di denaro, o almeno enormi quantità di denaro per loro. Una donna è stata sfrattata in seguito a questa vicenda. Un’altra donna ha utilizzato il fondo per il college di sua figlia. E’ stato molto triste”.