Troppo export, Berlino sotto inchiesta Ue

13 Novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Come ampiamente atteso la Germania è finita sotto indagine, da parte della Commissione europea, per qualcosa che molti le invidiano: un eccesso di export.

La prima economia dell’area euro ha infatti sistematicamente registrato avanzi di partite correnti superiori ad una soglia considerata tale da poter creare squilibri macroeconomici.

“I padroni del mondo”: compra una copia

Sfoglia l’indice e acquista l’ebook

La soglia limite era pari al 6 per cento del Pil sull’ultimo triennio e la Germania ha registrato un 6,5 per cento.

Tuttavia non è l’unica voce su cui Berlino ha sforato: ce ne sono quattro, tra queste anche il semplice andamento delle esportazioni, e il livello del debito pubblico, ha precisato il presidente della Commissione europea Jose Manuel Barroso durante la conferenza stampa di presentazione del semestre Ue di analisi dei rischi sulla crescita. “Sulla Germania la procedura era praticamente automatica”, ha detto.

Il surplus commerciale della Germania “può mettere pressione sull’apprezzamento dell’euro e rendere difficile il recupero della competitività dei Paesi periferici dell’Eurozona”, ha scritto la Commissione europea.

L’indagine aperta contro il paese, ha spiegato Barroso, è finalizzata a capire se Berlino “può fare di più per contribuire al riequilibrio dell’economia europea”.

La Germania, ha poi aggiunto “dovrebbe aprire il settore de servizi” alla concorrenza: “sarebbe equo e un bene” sia per i tedeschi che per l’economia europea”.(AGENZIE)

Leggi anche

“Germania nasconde grave crisi bancaria”.

Germania rischia di finire sotto inchiesta Ue.

Economia sommersa: in Europa Germania n.1, Italia seconda.

Ue: pronte sanzioni alla Germania su avanzo commerciale.

Anche Fmi attacca Germania: troppe esportazioni a danno dell’Europa.

Usa: Germania esporta deflazione nel mondo.

Germania deve risparmiare meno e spendere di più.