Trimestrali Usa ai blocchi di partenza, le attese degli analisti

13 Luglio 2021, di Mariangela Tessa

Fari dei mercati accesi sugli utili del secondo trimestre fiscale negli Stati Uniti. Gli investitori sono a caccia di segnali confortanti, in grado di confermare o magari rafforzare i recenti record dell’azionario.

Le stime di Refinitiv anticipano un balzo degli utili delle società dello S&P 500 del 65% rispetto allo stesso trimestre del 2020, della crisi pandemica.
La crescita sarà guidata da un aumento di quasi il 570% dei profitti del settore industriale, uno dei più colpiti durante la pandemia.

“Ci aspettiamo un secondo trimestre positivo”, ha affermato Callie Bost, stratega degli investimenti senior di Ally Invest. “La crescita degli utili potrebbe successivamente rallentare, ma gli analisti si aspettano ancora che i profitti di S&P crescano a due cifre nei prossimi due trimestri. È fondamentale non perdere la fiducia nel mercato solo perché la crescita più forte dell’economia potrebbe essere alle nostre spalle”.

L‘S&P 500 ha toccato un altro record venerdì scorso, dopo una piccola battuta d’arresto giovedì.  Con il guadagno di venerdì, il benchmark ha registrato un guadagno dello 0,4% per l’ottava e la sua sesta settimana positiva su sette, portando i guadagni del 2021 a oltre il 16%.

Fari sul comparto finanziario: cosa aspettarsi

Per quanto riguarda il settore finanziario, la stagione degli utili inizia, oggi martedì 13 luglio, con i numeri di JPMorgan Chase e Goldman Sachs. Il giorno dopo toccherà a Bank of America, Citigroup e Wells Fargo mentre Morgan Stanley alzerà il velo giovedì. Le attese sono per utili raddoppiati su base annua.

Ricordiamo, a questo proposito, che le principali bancheUsa hanno recentemente annunciato che aumenteranno i dividendi dopo il via libera della Federal Reserve.

Ta gli altri settori, bene anche le società di beni voluttuari, che dovrebbero vedere gli utili in aumento del 271% (dati Refinitiv). Bene anche le società energetiche (+ 225%). Meno significativa, ma comunque a due cifre, la crescita dei profitti del comparto tecnologico (+31,6%). Controcorrente le utility (atteso calo dello 0,9%).