Trimestrali banche Usa, valutazioni interessanti possono preludere a un recupero?

9 Aprile 2019, di Alberto Battaglia

L’indice di riferimento per il settore bancario americano, KBW Bank, rivela con chiarezza che negli ultimi 12 mesi queste istituzioni hanno sofferto assai di più della media, in particolare nel quarto trimestre del 2018. Con il nuovo anno le banche hanno recuperato, ma sempre meno dello S&P 500: la performance è stata del 13,4% contro 16%. (Nel grafico l’andamento dei due indici negli ultimi 12 mesi).

 

Secondo l’analista di Jefferies, Ken Usdin, il settore bancario potrebbe recuperare terreno, anche grazie a una politica monetaria della Fed in grado di sostenere l’economia nei prossimi mesi. Questo nonostante lo stesso Usdin abbia abbassato i target price per le quattro maggiori banche americane. Le valutazioni del settore in termini di P/E ratio sono tornate interessanti “di per sé”, scrive Usdin in una nota firmata a inizio aprile, anche grazie al fatto che le banche ben capitalizzate incrementano gli utili effettuando operazioni di buyback azionari.

Nel grafico in basso è possibile osservare i rapporto fra prezzo e utili stimati nei prossimi 12 mesi, per le grandi quattro banche americane

Venendo alle previsioni degli analisti, il titolo bancario che ha incassato finora il maggior numero di giudizi “buy” è Citigroup, al 79% (forte del P/E ratio più favorevole), seguito da Morgan Stanley e Bank of America