Trader “La Grande Scommessa” shorta banche inglesi e un’Italiana

1 Aprile 2019, di Mariangela Tessa

L’hedge fund americano Neuberger Berman, dietro le cui mosse si nasconde Steve Eisman, noto trader che ha ispirato il film vincitore di Oscar The Big Short, scommette contro le banche inglesi.

Secondo quanto riporta il quotidiano The Guardian, dagli atti di regolamentazione degli Stati Uniti al 31 gennaio è emerso che il fondo ha rivelato una posizione corta nei confronti di Barclays del valore di $ 455.000.

Ma non c’è solo Barclays nel mirino di Neuberger Berman. La posizione short si aggiunge posizioni già note nei confronti di Lloyds Banking Group e Royal Bank of Scotland, rispettivamente del valore di $ 446.000 e $ 529.000.

Il fondo ha aumentato la sua scommessa complessiva contro le grandi banche da circa $ 3,3 milioni a poco meno di $ 5 milioni, secondo l’analisi di Breakout Point, il fornitore di dati short che ha scoperto la scommessa contro Barclays.

Altre banche prese di mira dalla società sono la spagnola BBVA, l’italiana UniCredit e la francese Société Générale.