TIM verso un futuro sostenibile con “Beyond Connectivity”

28 Giugno 2021, di Redazione

TIM continua il suo cammino verso un futuro sostenibile grazie alle iniziative del piano strategico “Beyond Connectivity”

 

Andare oltre la semplice connessione, è questo l’obiettivo di TIM per i prossimi anni come si intuisce dal piano strategico “Beyond Connectivity”, che racchiude in sé l’impegno del gruppo verso un futuro sostenibile in cui la digitalizzazione sia anche il traino per nuove soluzioni che riducano l’impatto ambientale.

Da anni TIM punta a fornire, insieme alla connettività, anche servizi sempre più innovativi per i propri clienti così da aiutarli a semplificare le loro azioni quotidiane. TIM vede nelle nuove tecnologie e nello sviluppo della rete anche la possibilità di aiutare cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione verso una transizione sostenibile in cui sia possibile ridurre le emissioni e al contempo i costi e supportare l’inclusività.

 

Con “Beyond Connectivity” TIM supporta lo sviluppo sostenibile dell’Italia

TIM ha avviato questo anno il nuovo piano strategico per il triennio 2021-2023 “Beyond Connectivity” per supportare lo sviluppo sostenibile dell’Italia attraverso la digitalizzazione. Un obiettivo essenziale nella strategia TIM che da anni supporta la diffusione di conoscenze digitali nel paese, aiutandolo a risalire la classifica europea dell’indice di digitalizzazione.

“Il tema delle competenze è fondamentale, è necessario che si facciano degli sforzi importanti per dare le competenze a chi non ne ha, altrimenti avremo un Paese a due velocità”, ha dichiarato Luigi Gubitosi, AD TIM. Necessità emersa con più forza durante il periodo di lockdown, a dimostrazione del giusto impegno di TIM per una transizione smart e sostenibile di imprese, città e istituzioni, impegnandosi su due fronti: diffondere competenze e supportare la digitalizzazione da una parte e rafforzare le infrastrutture di rete dall’altra.

 

Beyond Connectivity: Smart District, il progetto TIM per rendere le imprese italiane smart e sostenibili

Tra le principali iniziative TIM per la digitalizzazione sostenibile dell’Italia troviamo il progetto Smart District, dedicato alle imprese italiane.

Con Smart District, TIM supporta la digitalizzazione di oltre140 distretti produttivi italiani, offrendo alle imprese servizi di rete innovativi attraverso l’impiego delle tecnologie FTTC/FTTH, FWA, 5G e satellite. Per stimolare la transizione digitale dei distretti, così da rendere più efficienti i processi produttivi, ottimizzare le risorse e abbassare di conseguenza sia costi che emissioni.

TIM metterà a disposizione delle industrie servizi cloud con Noovle, in collaborazione con Google Cloud, servizi verticali IoT, attraverso Olivetti, servizi di cybersecurity in partnership con Telsy e servizi internazionali grazie alla collaborazione con Sparkle.

 

L’impegno TIM per la sostenibilità: gli accordi con A2A e ERG

A conferma del proprio impegno verso un futuro più sostenibile TIM ha anche siglato una serie di importanti accordi per la transizione energetica del Gruppo con A2A e ERG.

TIM e l’accordo con A2A per la transizione energetica dei Data Center di Noovle

TIM ha stretto un accordo con A2A che consentirà di intervenire sui consumi dei Data Center di Noovle attraverso l’ausilio di sistemi di Intelligenza Artificiale in grado di monitorare l’utilizzo delle risorse e permetterne l’ottimizzazione.

TIM inoltre potrà accedere a nuove tecnologie che consentiranno il recupero del calore prodotto dalle infrastrutture per alimentare il sistema di teleraffrescamento e teleriscaldamento, immagazzinandolo e riutilizzandolo nei mesi successivi. Grazie a questo TIM potrà anche valutare la possibile futura vendita dell’energia in esubero, abbattendo considerevolmente i costi e riducendo le emissioni di CO2.

Dal canto suo TIM supporterà A2A nel percorso di digital transformation aziendale, improntato sull’ottimizzazione dei processi operativi e commerciali attraverso l’utilizzo dei servizi forniti dal Gruppo TIM, come il cloud di Noovle, i servizi 5G e i servizi IoT.

TIM firma con ERG accordo decennale per la fornitura di energia green

Altro importante accordo per TIM è quello con ERG che prevede la fornitura decennale di energia proveniente da fonti rinnovabili, il più grande accordo mai stretto in Italia. L’energia, proveniente dagli impianti eolici ERG, consentirà di coprire il 20% del fabbisogno energetico del Gruppo e rappresenta un passo importante nella strategia per lo sviluppo sostenibile di TIM.

Utilizzando energia al 100% green TIM potrà ridurre considerevolmente le emissioni di Co2 e decarbonizzazione, parametri stabiliti dall’Unione Europea, e influirà positivamente al raggiungimento degli obiettivi di eco-efficientamento previsti dal piano strategico “Beyond Connectivity” per il triennio 2021-2023.

 

TIM e l’avvio del programma di soluzioni Open RAN

Inoltre TIM ha avviato nel corso dell’anno il programma per lo sviluppo di soluzioni Open RAN (Open Radio Access Network) sulla rete mobile per accelerare lo sviluppo dei servizi digitali attraverso il rinnovamento della rete di accesso mobile in un’ottica di open innovation e interoperabilità.

Il progetto, che rientra nell’ambito del Memorandum of Understanding siglato da TIM lo scorso febbraio con i principali operatori europei per la promozione della tecnologia Open RAN, vuole supportare la diffusione di reti mobili di nuova generazione quali il 5G, ma anche di servizi Cloud e di Edge Computing.

TIM è il primo operatore in Italia e tra i primi in Europa ad avviare il programma di sviluppo Open RAN e questo consentirà al gruppo di fornire ai propri clienti, privati e imprese, nuove soluzioni utili alla digitalizzazione. Il programma Open RAN consentirà l’integrazione dei servizi cloud e di Intelligenza artificiale, influendo quindi sugli standard di sicurezza e migliorando le prestazioni della rete così da fornire servizi sempre più evoluti, in grado di rispondere alle esigenze della Industry 4.0, delle smart cities e dell’autonomous driving.