Tesla taglia la produzione dello stabilimento di Shanghai. Analisi tecnica del titolo

5 Dicembre 2022, di Gianmarco Carriol

Tesla intende tagliare la produzione di dicembre della Model Y presso lo stabilimento di Shanghai di oltre il 20% rispetto al mese precedente. La notizia è stata riportata per la prima volta da Bloomberg, secondo cui la mossa sarebbe il riflesso di una domanda fiacca.

In tarda serata, un portavoce di Tesla ha risposto che la notizia era falsa. Le azioni Tesla sono scese del 2,1% nelle contrattazioni di New York, dopo la notizia. I livelli delle scorte presso lo stabilimento Tesla di Shanghai sono aumentati bruscamente dopo il completamento dell’aggiornamento degli impianti di produzione in estate, con un aumento delle scorte di veicoli elettrici al ritmo più veloce di sempre nel mese di ottobre.

La casa automobilistica statunitense ha ridotto i prezzi delle auto Model 3 e Model Y fino al 9% in Cina e ha offerto incentivi assicurativi, che hanno contribuito ad aumentare le vendite di novembre delle sue auto prodotte in Cina del 40% rispetto a ottobre e dell’89,7% rispetto a un anno prima.

Tesla ha consegnato 100.291 veicoli elettrici prodotti in Cina nel mese di novembre, il più alto numero di vendite mensili dall’apertura dello stabilimento di Shanghai alla fine del 2020, ha riferito lunedì Xinhua citando Tesla.

Gli elevati livelli di scorte dell’azienda a Shanghai si verificano mentre il mercato automobilistico cinese deve affrontare il rallentamento della domanda e le interruzioni delle catene di fornitura locali.

L’incertezza sulla data in cui la Cina si muoverà in modo significativo per allentare la sua strategia “dynamic zero-COVID” ha offuscato le prospettive del più grande mercato automobilistico del mondo, anche se alcune città cinesi hanno preso provvedimenti per allentare alcune restrizioni in seguito alle proteste delle ultime settimane.

A livello globale, Tesla aveva previsto di aumentare sensibilmente la produzione della Model Y e della Model 3 nel quarto trimestre, grazie all’avvio della produzione delle nuove fabbriche di Austin, in Texas, e di Berlino. La casa automobilistica prevede di avviare la produzione di una versione rinnovata della Model 3 nel terzo trimestre del 2023 a Shanghai, con l’obiettivo di ridurre i costi di produzione e aumentare l’appeal della berlina elettrica.

Analisi tecnica del titolo Tesla

Il colosso dei veicoli elettrici è sceso in borsa del 5,2% dopo che Bloomberg ha riferito che Tesla intendeva tagliare la produzione della sua Model Y di oltre il 20% nel suo stabilimento di Shanghai. Nel medio periodo il titolo continua ad essere orientato al ribasso con il prezzo che potrebbe raggiungere l’importante supporto settimanale a quota 151,50 dollari.

Nel breve periodo invece la curva dei prezzi sembrerebbe orientata al rialzo, più per un ritraccio che per un’inversione, con il prezzo che potrebbe raggiungere a breve il supporto a 177,50 con la possibilità di toccare la zona di gap a 172,5-170,5 dollari. Inoltre è evidente la formazione di un pattern testa/spalle che potrebbe confermare il ritraccio.

Grafico giornaliero Tesla - Tradingview