Tesla: dall’investimento in Bitcoin avrebbe guadagnato quasi un miliardo di dollari

22 Febbraio 2021, di Mariangela Tessa

Un miliardo di dollari circa. A tanto ammonterebbero, secondo Daniel Ives, analista di Wedbush Securities, i profitti realizzati da Tesla dai suoi investimenti in bitcoin. Una cifra enorme che, a detta dell’esperto, che metterebbe società “sulla traiettoria per guadagnare di più dai suoi investimenti nella criptovaluta che dalla vendita delle sue auto elettriche nel 2020”.

All’inizio di questo mese, la casa automobilistica elettrica statunitense ha rivelato in una dichiarazione della Securities and Exchange Commission di aver acquistato $ 1,5 miliardi di bitcoin per “maggiore flessibilità per diversificare ulteriormente e massimizzare i rendimenti sui nostri contanti”.

L’acquisto è stato effettuato a gennaio ma la società non ha dichiarato quando e a quale prezzo è stata effettuato l’investimento. Non è inoltre chiaro se Tesla abbia venduto o meno una quota di bitcoin.

Tesla, quanto ha guadagno dal rally del Bitcoin

Ives non ha spiegato come sia arrivato a quel calcolo. Quello che appare certo è che, da inizio anno, il Bitcoin ha segnato un aumento del 94% circa con un valore di mercato che ha superato $ 1 trilione per la prima volta la scorsa settimana.

Secondo i dati di CoinDesk, il prezzo del bitcoin è passato da un massimo intraday di $ 34.793,45 il 31 gennaio a un massimo intraday di $ 57.487,03 il 20 febbraio, il giorno in cui Ives ha pubblicato la sua nota.

Si tratta di un aumento di circa il 65%, il che porterebbe i profitti sull’investimento in bitcoin di 1,5 miliardi di dollari di Tesla a circa 975 milioni di dollari. Sulla base dei massimi intraday di oggi pari a $ 58.332,36, tale profitto sarebbe superiore a $ 1 miliardo.

Ricordiamo che il CEO di Tesla, Elon Musk, è un sostenitore delle valute digitali. Recentemente ha affermato che il bitcoin è ” una forma di liquidità meno stupida del contante”.